|  Home  |  FAQs  |  Staff  |  Contact  | 

 |   |   |  Iscriviti al feed RSS!  | 

 
   Hai un account? Effettua il LOGIN !   

Quick Links  Quick Links
Notizie di Milano
Articoli LaTuaMilano
Archivio LaTuaMilano

Pagine archiviate


Quick Links  Quick Links
Eventi & Tempo Libero
Moda a Milano
Bellezza
Wellness & Fitness
Home & Design
Tecnologia
Cibo & Golosit
Cucina
Film a Milano


Quick Links  Quick Links
Informazioni su Milano
Tour virtuali a 360
Milano Time-lapse
WiMi - Rete WiFi gratuita
Piscine pubbliche
Musei
Indirizzi utili

Gallerie Fotografiche


Quick Links  Quick Links
Ricerca Notizie

 

Ricerca Avanzata

Quick Links  Quick Links
Borsa Milano

Grafico by MilanoFinanza.it
News Finanza 24H

Quick Links  Quick Links
WebCam Milano

Clicca per swap
WebCam a Milano
WebCam viabilit

Quick Links  Quick Links
Web Radio
 Ascolta radio in streaming

Quick Links  Quick Links
Area Riservata



Quick Links  Quick Links
Antichi Proverbi Milanesi
 Proverbi sulla vita e sulla morte
Semper san se p st no
Sempre sani non si pu stare

Incoeu in figura e doman in sepoltura
Oggi ci siamo ma domani non ci siamo pi

Quand s' vcc s' strapazza
Quando si vacchi si strapazzati

De p de vcc no se p scamp
Pi che vecchi non si pu diventare

De gioven en moeur, ma da vcc ne scampa minga
Di giovani ne muoiono, ma di vecchi non ne scampa nessuno

Giovin sfrena, vcc abandona
Giovane sfrenato, vecchio abbandonato

Malattia longa, mort sicura
Malattia lunga, morte sicura

Aria de filidura, aria de sepoltura
Aria di fessura, aria di sepoltura

Chi fa a s moeud scampa des ann de p
Chi fa quel che vuole campa dieci anni di pi

La giovent l' la bellezza de l'asen
La giovent ha la bellezza dell'asino

La mort la sta de c in sul tcc, e no la varda n ai gioven n ai vcc La morte sta sul tetto e non guarda in faccia n ai giovani n ai vecchi

Foeura el dent, fouera el torment
Via il dente, via il dolore

Chi ben viv, ben moeur
Chi ha vissuto bene, muore bene

Gamb rtt, ma minga toss
Gambe rotte, ma non la tosse

Quand se sta ma, se sta ma de per tutt
Quando si sta male, sia sta male ovunque

A mor se va foeura de tutt i fastidi
A morire si va fuori da tutti i problemi

Omm san el pissa come on can
L'uomo sano piscia come un cane

Se poeu mor del maa, come del remedi
Si puo' morire del male, ma anche dei rimedi

Ogni mort la voeur la s scusa
Ogni morte ha la sua spiegazione

Malattia longa, morte sicura
Malattia lunga, morte sicura

Dottor vecc e cerusegh gioven
Dottore vecchio e chirurgo giovane

 Proverbi su Milano e Provincia
Chi volta el cu a Milan, il volta al pan
Chi volta il sedere a Milano, lo violta al pane

Anca a Milan quand pioeuv l'acqua la bagna
Anche a Milano quando piove l'acqua bagna

A Milan quell che no se p fa incoeu sel se fa doman
A Milano quello che non si pu fare oggi si fa domani

De Milan ghe n' dom vun
Di Milano ce n' uno solo

Milan e poeu p
Milano e poi pi

La cusinna a Milan, la cort a Romma
La cucina a Milano, la corte a Roma

Milanes se piscia vun pissa des
Milanesi se piscia uno pisciano in dieci

I Lodesan hin largh de bocca e strengh de man
I Lodigiani sono larghi di parole ma stretti di mano

A Lod tucc passen volentera e disen che l' piccola ma bella
A Lodi tutti vanno volentieri e dicono che piccola ma bella

A quij de Bust e Gallar, tocchegh-s la man e lassi and
A quelli di Busto e Gallarate d la mano e lasciali andare

I mercant de Melzo dan o la mita o un terz
I mercanti di Melzo danno la met o un terzo

I Monsciasch prima de colezion en bozaren almanch trii
I Monzesi prima di colazione ne inbrogliano almeno tre

Quej de Scinisell ciappen la luna cont el restell
Quelli di Cinisello acchiappano la luna con il rastrello


 Proverbi sull' amicizia
El sospett l'e' il velen de l'amicizia
Il sospetto e' il veleno dell'amicizia

A sto mond che voeur di bon amis
A questo mondo servono buoni amici

I amis bon si conossen in di ocasion
li amici buoni si riconoscono nelle occasioni

Besognarav avegh di amis anca a c del diavol
Bisognerebbe avere degli amici anche a casa del diavolo

 Proverbi sull' amore
Amor e gelosia se fan semper compagnia
Amore e gelosia si fan sempre compagnia

Se te voeu fatt am, fatt on por desider
Se vuoi farti amare, fatti un p'o' desiderare

L'amor e i donn la san longa
L'amore e le donne la sanno lunga

I innamora guarden minga a spend
Gli innamorati non badano a spese

D'amor e acord va ben tuttcoss
D'amore e d'accordo va tutto bene

Matt de cadenna quell vecc che s'innamora
Matto da legare quel vecchio che s'innamora

I giurament damor duren on di
I giuramenti d'amore durano un giorno

 Proverbi a tavola
Piuttost che robbaa vanza, creppa panza
Piuttosto di avanzare il cibo, mangia a crepapelle

A tavola besogna minga fas prega'
A tavola non bisogna farsi pregare

A tavola se ven mai vegg
A tavola non si diventa vecchi

El vin el fa bon sang
Il vino fa buon sangue

A mangi dom erba gh de divent verd
Se si mangia solo insalate si diventa verdi

Vun el f la suppa e i olter la mangen
Uno fa la zuppa,gli altri la mangiano

La robba pusse bonna l'e'quella che se mangia in ca di olter
La roba piu' buona e' quella che si mangia in casa degli altri

L'acqua l'e' bonna de lava i pee
L'acqua e buona solo per lavare i piedi

Bisogna no mes cia el grass col magher
Non si deve mischiare il grasso con il magro

El vin l'e' la tetta di vec
Il vino e' la tetta dei vecchi

Cont el vin se cascia via la bolgira
Con il vino s'allontana la malinconia

El vin el fa d quell che se dovariss minga d
Il vino fa dire quello che non si dovrebbe

Mangia per viv, viv minga per mangia'
Mangia per vivere,non vivere per mangiare

El ris el nass in l'acqua e el moeur in del vin
Il riso nasce nell'acqua e muore nel vino

El vin a bon mercaa el menna l'omn a l'ospedaa
Il vino a buon mercato porta l'uomo all 'ospedale

On oeucc al gatt,l'alter a la padella
Un occhio al gatto,l'altro alla padella

A tavola l' mej speci che ne fass speciaspettare
A tavola e' meglio aspettare che farsi aspettare

La prima digestion la se fa in bocca
La prima digestione si fa in bocca (masticazione)

In la padella l'e' bon anca on sciatt
In padella e' buono anche un rospo

L'appetitt l'e' la salsa p bona che ghe sia
L'appetito e' la salsa migliore che ci sia

Mangia,bev e tas,viv in santa pas
Mangia, bevi e taci, vivi in santa pace

Chi sa el latin, lda lacqua e bev el vin
Chi conosce il latino loda l'acqua e beve il vino

El pan el ghe voeur. el vin el ghe voraria
Il pane ci vuole,il vino ci vorrebbe

Dove gh'e' el vin bon, corren tucc lor de per lor
Dove c'e' il vino buono corrono tutti da soli

L'acqua la f marsc i fondament
L'acqua fa marcire le fondamenta

Chi pu' bev, men bev
Chi piu' beve, meno beve

El vin e i donn tran a l'ari el cu
Il vino e le donne fan perder la testa

La robba per vess asse' l'ha de vanza'
Il cibo per essere sufficiente deve avanzare
A tegn bon el vin ghe voeur cantinna bonna
Per mantenere bene il vino ci vuole una buona cantina

Per el stomegh don bon milanes ghe va robba del noster paes
Per lo stomaco d'un buon milanese ci vuole cibo del suo paese

 Proverbi sulla religione
El Signor lassa fa', minga strafa'
Il Signore lascia fare, non strafare

El signor el gh'e' per tucc
Il signore c'e' per tutti

Dio ved e provved,gha largh i brasc
Dio vede e provvede,ha le braccia larghe

Chi no g'ha colpa,no gha peccaa
Chi non ha colpa, non ha peccati

Al dottor e al confessor besogna nascond nagott
Al dottore ed al confessore non si deve nascondere nulla

La messa l'e' longa quand la devozion l' corta
La messa e' lunga quando la devozione e' corta

 Proverbi sulle donne
Trav in pee e donna in pian tegnen su el Domn de Milan
Travi in piedi e donna in piano tengono su il Duomo di Milano

Cont ona presa de tabacc se fa on amis
e cont ona donna se po' fa on nemis

Con un pezzo di tabacco ci si fa un amico
con una donna si puo' diventare nemici

El coeur di donn l'e' faa come on melon
a chi gh'en dan ona fetta a chi on boccon

Il cuore delle donne e' come un melone
ad alcuni danno una fetta, ad altri un boccone

Tra de lor i donn se voeuren pocch ben
Tra di loro le donne si vogliono poco bene

Chi nass bella, nass maritada
Chi nasce bella, nasce sposata

El diavol el fa la torta e i donn ghe la fan mangi
Il diavolo fa la torta e le donne gliela fanno mangiare

I bravv donn dan minga tra' i sproposit
Le brave donne non ascoltano le sciocchezze

La fortunna l femena
La fortuna e' donna

Chi ghe lha dra, chi ghe lha dargent e chi ghe lha che var nient
C'e' chi ce l'ha d'oro,chi d'argento e chi ce l'ha che non vale niente

Omm che giura, caval che suda e donna che piang no credeg tant
Non credere all'uomo che giura, cavallo che suda ed alla donna che piange

 Proverbi su ricchezza e poverta'
Chi fa i danee,adora i so' danee
Chi fa soldi adora i suoi soldi

La bolletta la guzza el talent
La poverta' aguzza il talento

L'avar el dorma mai
L'avaro non dorme mai

No se mesura i omen cont i perteg
Non si misurano gli uomini con le pertiche

I danee vann a mucc, chi ghha i sacocc pienn e chi ghi ha succ
I soldi vanno a mucchio,c'e' chi ne ha piene le tasche e chi le ha asciutte

Necessita l'insegna di grand coss
La necessita' insegna grandi cose

L'e' mej veghen trii in man che ses a l'ari
E' meglio averne tre in mano che sei in aria

L'e' semper cara la robba rara
Le cose rare sono sempre costose

Chi g'ha cinquanta e ne spend cent, el gh'a minga besogn de la borsa per mett i dent
Chi ne ha cinquanta ne spende cento e non ha bisogno della borsa per mettere la dentiera

D'aria se viv minga
Di solo aria non si vive

Dove gh'e' danee n'e' se sent
Dove ci son soldi non ce se ne accorge

A fa el galantom se deventa minga scior
A fare il galantuomo non si diventa ricchi

A vend per el besogn se ghe perd semper
A vendere per bisogno,si perde sempre

Col poch se god tant, col tant se god pocch
Col poco si gode tanto, col tanto si gode poco

I amis hin quij che se gh'h in saccocia
Gli amici sono quelli che si hanno in tasca

Dove gh dane n' gh'en van
I soldi vanno dovo ci sono soldi

Basta minga avegh i dane, ma anc sav spend
Non basta avere i soldi, bisogna saperli spendere

Guarda ben me l'e' brut l'om senza danee
Guarda bene come e' brutto l'uomo senza soldi

I richezz gh'han con lor i so'amarezz
Le richezze hanno le loro amarezze

Rbba cara e dnn brutt se ne troeuva depertutt
Cose costose e donne brutte si trovano ovunque

I cadenn fussen anca dor, tegnen ligaa
Le catene anche se d'oro legano

La bolletta la guzza el talent
La poverta'aguzza l'ingegno

Chi potent prepotent
Chi e' potente e' prepotente

 Proverbi generici
Quand el corp el se frusta l'anema la se giusta
Quando si frusta il corpo, s'aggiusta l'anima

Se perd tant a vess ignorant
Si perde molto ad essere ignoranti

A tucc ghe par de pens giust
Tutti pensano d'essere nel giusto

Chi s' sporcaa se netta e lavura
Chi si sporca si pulisce e lavora

Cont el temp se giusta tuttcoss
Con il tempo passa tutto

I desgrazi hinn come i scires, adree a vunna ghen ven des
Le disgrazie sono come le ciliegie, dopo una ne arrivano dieci

In mancanza de cavai, se fan trott i asen
Se mancano i cavalli si fan correre gli asini

In tutti i c gh' el so def
In ogni casa c'e' da fare

I parll hinn come scirs adree voeuna ne ven des
Le parole son come le ciliegie, dopo una ne arrivano dieci

I robb besogna faj intanta che ghe temp
Le cose fan fatte per tempo

La pazienza l ona bonnerba ; chi ghe nha tropp e chi n senza
La pazienza e' una buona erba, c'e' chi ne ha troppa e chi non ne ha

La trppa confidenza la fa perd la riverenza
Troppa confidenza fa perdere rispetto

N dnn, n ombrell se impresten nanca a so fradell
Donne ed ombrelli non si prestano nemmeno al fratello

A tirala la se scheppa
A tirarla, si rompe (a vantarsi)

Chi'l sa no el cunta, chi'l sa el fa
Chi non sa racconta, chi sa fa

Tra il gnacca e'l petacca
Non c'e' nulla di peggio che essere tra il si ed il no

Ogni magnan loda la soa bolgia
ognuno loda la propria arte

Per conoss linferna, besogna fa el coeugh destaa e l carozzee dinverna
Per conoscere l'inferno si deve fare il cuoco d'estate ed il conduttore di carrozze d'inverno

De quell che se sa n, no po rincress
Di quello che non si conosce ci si dispiace

Dent rar fortuna spessa
Denti separati, grande fortuna

Chi da prest da' do volt Chi da subito, da due volte

El fioeu tropp carezzaa l'e' mal levaa
Il figlio troppo accarezzato(coccolato)e'mal allevato

Chi dorma no giuga
Chi dorme non gioca

Se stima no innocent chi se la svigna
Non si pensa innocente chi scappa

Se romp on legn,ma no na fasina
Si rompe un legno,non una fascina

Prima i to e dopo i olter se te podet
Prima i tuoi, poi se puoi, gli altri

Amor de fradell, amor de coltell
Amor di fratello, amor di coltello

Lodem ti che te lodaroo anca mi
Lodami che ti lodero' anch'io

I losch se capiss mai dove guarden
Non si capisce mai dove guardano i loschi

Chi parla per bon coeur el se cognoss
Chi parla con il cuore si vede

A regola fioeu l'e' minga farinna de tucc
Ad educare i figli non e' farina di tutti

Per ca' l'e' bon tuttcoss
Come casa va bene tutto

Cont i vilan la polizia la var pocch
Contro i villani la polizia vale poco

A pensa' maa se fa maa ma se nduvina
Si fa male a pensar male, ma si indovina

Chi balla senza son, balla de mincion
Chi balla senza suono,balla da minchione

A lavora' pocch se suda men
A lavorare poco si suda meno

A parla' pocch se falla mai
A parlare poco non si sbaglia mai

I bott dispiasen anca ai can
Le botte fanno male anche ai cani

Rispetta se te voeus vess rispettaa
Rispetta se vuoi essere rispettato

Con la santa pazienza se fa' tuttcoss
Con la pazienza si fa tutto

A batt on matt el deventa pusse matt A picchiare un matto diventa piu'matto

Per santa Cros pan e nos
Per santa Croce, pane e noce

I temporal de nott fan pocch e nagott I temporali di notte fanno poco e niente

A dir la veritaa se fa minga fadiga
A dir la verita' non si fa fatica

Besogna compati' i difett di olter
Bisogna compatire i difetti degli altri

El bontempo scavezza el coll
Il buontempo rompe il collo

I pocch de bon tiren tucc a perdizion
I pochi di buono portano tutti alla perdizione

Chi non lassa cor, no sa viv
Chi non lascia correre non sa vivere

O pag, o preg o scap
O pagare o pregare o scappare

Fin che gh'e' f gh vita
Finche' c'e' fiato c'e' speranza

La vigna sconduda l'e' quella puss battuda
La vigna nascosta e' quella piu' derubata

Terren de vin, terren de poverin
Terreno da vino, terreno da poverino

Se conoss pusse on busard che on zopp
Si riconosce di piu' un bugiardo che uno zoppo

Se fa pusse fadiga a tas che a parl
Si fa piu' fatica a tacere che a parlare

Chi va trop in lat, el f la tomma
Chi va troppo in alto cade

L' mej devent ross prima che smort dopo Meglio diventare rosso prima che smorto poi

Gh no magher campanin,che nol daga pan e vin
Non c'e' magro campanile che non dia pane e vino

Douve se caga se lassa el stronz
Dove si agisce si lascia il segno

A perdon ai cattiv se fa tort ai bon
A perdonare ai cattivi si fa torto ai buoni

No gh' gust che non abbia el s desgust
on c'e' gusto senza il suo disgusto

Con nient se f nient
Con niente non si fa niente

Chi st trop ben, st mal
Chi sta troppo bene, sta male

Quand se gh' ona robba la par ruff
Quando si possiede una cosa sembra spazzatura

La scarpa granda l' il paradis di p'
La scarpa grande e' il paradiso dei piedi

Chi ama i besti, ama i cristian
Chi ama le bestie, ama le persone

Omm alegher el ciel l'aiuta
Uomo allegro il ciel l'aiuta

Sovent hin pu' brusch i paroll che i fatt
Spesso le parole sono piu' cattive dei fatti

La descrezion l'e' la mader di virtu'
La discrezione e' la madre delle virtu'

 Proverbi sui mesi
GENNAIO
Genr

In genar el d el se slonga

Dpo el Capp d'Ann, ecco l'Epifania che tutt'i fst ormai si je prta via

El terz d de genr festa de la Gioeubbia che la fa bariltt de gioed

El derset Sant'Antni del porscell

El vint San Sebastian sbattuu in d'ona cantarana A San Sebastian, on ora in man

El vintinoeuv Sant'Aquilin

Dal vintinoeuv: i trii d de la Merla

El vintun Sant'Agnesa, A Sant'Agnesa on'ora distesa

De Genr tucc i gatt gh'hann el gattar

A Sant'Antni on pass del demni

Genar el fa i pont e febrar ie romp

L' el mes di gatt (perch fa freddo) L' on mes che tira trentun d

Chi mazza on pures de sgenee, ne mazza on centenee

A Pasquetta on'oretta

La Pifania, tutt i fest je menna via

Tegn el merlo in gabbia

Genar fa i pont e febrarje rump
Gennaio fa i ponti e febbraio li rompe

FEBBRAIO
Febrar

Febrar l' curt, ma l' pesg d'on turch

L'acqua de fevree l'impieniss el granee

A San Valentin gh'emm la primavera de visin

El d de San Bias se benediss la gola e el nas

El s de fevree el mna l'mm in del carlee

Ann bisestil, fen suttil

El so de fevree el manda l'omn in del carlee

MARZO
Marz

Al tredesin de Marz

In Marz l el s temp de bev el torciadegh

Marz acquos bon dom per i spos

Marz l' el fioeu d'ona baltrcca, ogni moment fa bell, o el pioeuv, el ficca, o el tira vent

Marz marztt l' ugual el d e la ntt

Marz marztt tr via i scarp e i calzett

Marz pulverent, segra e forment

Marz succ, villan ricch

El marz el voeur prov con fir de fatt che hinn mingain manicomi tutt i matt

La nev marzolina la dura fina a la mattina

A San Giusepp, fioriss el perzeghett

Seguit la regola de San Benedett, cont i calzon, la scca, in sul lett

Marz acquos bon doma per i spos

APRILE
April

April, aprilett on d cald, on d fredd

April dolce dormir l' proppi vera, perch el desseda intant la Primavera

April ghe n'ha trenta, ma se piovess trentun el faria dagn a nissun

April el fa i fior e magg el gh'ha l'onor

April nanca on fil, magg adagg adagg, giugn poeu fa quell che te voeu

April gni gotta on baril

A la domenega di oliv tutt i usej fann el nid.

Alta o bassa sia la Pasqua, la gh'ha semper la soa frasca

A Pasqua se mangia el cavrett e l'insalattina cont i ciapp

El primm, el pess d'april

El 24 San Girg: And a fa San Girg and foeura prta San Girg la spiga in l'rz A San Girg la somenza di bigatt la se mett in cald.

El 25 San March A San March i vacch al varch

El 29 de April picca el coo in l'arca a Sant Ustrg

Quand pioeuv al d de Pasqua, pussee uga che frasca

Se in april se giazza, la vit la se stracca

Le palme i Oliv s sui oliv, acqua sui ciapp, oeuv in ciappa

Natal al foeugh, Pasqua al s

MAGGIO
Magg

Magg l' el p bell ms de l'ann

Magg ortolan, tanta paja e pocch gran

Magg succ, gran per tucc

L' el mes di Maria, l' el ms di fir, l' qull di rossignoeu che v in amr

Se el castan el sfioriss de magg, vagh stt col sacch, sel sfioriss de giugn streng el pugn

Se Magg l' el mes di fior, di asen l' pur quell, ma de dill el puse' bell, tutti ghe fan l'onor.

S'el pioeuv el d de l'Ascension, tutt i frutt van in perdizion

Magg ventos, ann bondanzios

GIUGNO
Giugn

A San Peder se catta i scires

I scires bianch e ross sul verd del praa segnen la moda noeuva per lestaa

Al 15, San Vit e Modest l pesg lacqua che i tempest

Giugn el cald el ven a pugn

Giugn streng el pugn

LUGLIO
Luj
El luj el suggeriss che mej del mar gh nient al mond che sa portall el ciar.

San Giacom, vintises santAnna e vintisett el deluvi

De luj che fa grand cald, bev del vin se te voeu sta sald.

Al 26,Sant'Anna la corr l'acqua per la piana

L'acqua de Sant'Anna l' mej de la manna

LuJ,la terra la buj


 Per nuovi inserimenti o variazioni inviateci i dati tramite il MODULO DI CONTATTO

Quick Links  Quick Links
Calendario Eventi

Novembre 2017
LuMaMeGiVeSaDo
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30


Quick Links  Quick Links
Cittadinanza Attiva

Quick Links  Quick Links
Canali Social
Canale Twitter
Canale Video YouTube

Quick Links  Quick Links
Meteo

METEO MILANO




Quick Links  Quick Links
Vecchia Milano
La Vecchia Milano
Foto d'epoca
Dialetto Milanese
Proverbi Milanesi

 

MiniPortale Versione 1.0
Copyright 2005 - 2011 by Massimo Pezzali