|  Home  |  FAQs  |  Staff  |  Contact  | 

 |   |   |  Iscriviti al feed RSS!  | 

 
   Hai un account? Effettua il LOGIN !   

Quick Links  Quick Links
Notizie di Milano
Articoli LaTuaMilano
Archivio LaTuaMilano

Pagine archiviate


Quick Links  Quick Links
Eventi & Tempo Libero
Moda a Milano
Bellezza
Wellness & Fitness
Home & Design
Tecnologia
Cibo & Golosità
Cucina
Film a Milano


Quick Links  Quick Links
Informazioni su Milano
Tour virtuali a 360°
Milano Time-lapse
WiMi - Rete WiFi gratuita
Piscine pubbliche
Musei
Indirizzi utili

Gallerie Fotografiche


Quick Links  Quick Links
Ricerca Notizie

 

Ricerca Avanzata

Quick Links  Quick Links
Borsa Milano

Grafico by MilanoFinanza.it
News Finanza 24H

Quick Links  Quick Links
WebCam Milano

Clicca per swap
WebCam a Milano
WebCam viabilità

Quick Links  Quick Links
Web Radio
 Ascolta radio in streaming

Quick Links  Quick Links
Area Riservata



Quick Links  Quick Links
Notizie Milano 24 ore

 Jovanotti: "Se arrivo alla fine del Jova Beach Party è un miracolo" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 6:18:20 PM
Dal 6 luglio fino ad agosto (gran finale il 31 a Viareggio alla Spiaggia del Muraglione) Lorenzo Jovanotti è in tour con la grande festa in spiaggia "Jova Beach Party". Un esperimento unico nel suo genere in Italia che, un po' come tutte le cose nuove, ha attirato non poche polemiche da parte degli ambientalisti. La produzione ha sempre dato tutte le rassicurazioni del caso, sul fatto che le spiaggia fosse salvaguardata e rispettata dall'inizio alla fine e anche dopo il concerto. Intanto la data prevista ad Albenga, il 27 luglio, è stata annullata. Il motivo, come riportato da un comunicato dell'organizzazione Trident, sarebbe "l'erosione della spiaggia in cui si sarebbe dovuto tenere l'evento". Mentre non si sa ancora se la data del Jova Beach Party di Vasto (17 agosto) sarà confermata o verrà spostata a Pescara. La Commissione di vigilanza incaricata dalla Procura deciderà domani.[[gallery 1730611]]Fatte le doverose premesse, la grande festa del Jova Beach Party prosegue con successo e il bilancio dell'artista, come spiega con ironia a Tv Sorrisi e Canzoni, è più che positivo: "Se arrivo alla fine è un miracolo! Ogni volta che vedo le foto su Instagram della folla vista dall'alto mi viene una vertigine. Poi vedo la gente che fa il bagno, si diverte e si bacia. Non sta guardando un concerto, sta vivendo un'avventura". Insomma la soddisfazione di aver fatto un qualcosa di diverso c'è: "Anche se all'inizio avevo paura. Gli americani direbbero che il Jova Beach Party è una 'start up'. E' chiaro quindi che il nostro è un punto di partenza, c'è molto da migliorare, ma la gente sta vivendo qualcosa di unico".Tra i tanti fatti che accadono sopra e sotto il palco, tra musica e balli, Jovanotti sposa le coppie estratte tra le oltre 3.000 che si sono proposte. Il pensiero vola al 2020: "Abbiamo imparato così tante cose nuove che mi dispiacerebbe buttare tutto via. Ora guardo al presente ma certo il mio desiderio è di rifarlo ancora".[[video 1730599]]Nel frattempo tra una pausa e l'altra l'artista incide brani e li pubblica in streaming. E' stato il caso di "Luna" di Gianni Togni, brano del 1980, nella nuova versione di Jovanotti prodotta e arrangiata da Rick Rubin. Un modo per festeggiare i suoi 50 anni dall'allunaggio del 20 luglio 1969. C'è da scommettere che l'estro creativo-musicale del cantautore non si fermerà qui.Segui già la nuova pagina pop de ilGiornale.it? >>

 5 Stelle a rischio implosione >>
Inserita il 23 Jul, 2019 5:44:45 PM
Il Movimento Cinque Stelle è sempre più sull'orlo di una crisi di nervi. Adesso i grillini devono fare i conti con le divisioni interne che non sono più su come gestire l'alleato Salvini ma vanno oltre e investono in pieno i punti del programma pentastellato. La Tav è diventato un terreno scivoloso per i 5 Stelle soprattutto dopo le aperture del premier Conte che non ha chiuso le porte sulla Torino-Lione. Salvini incalza Toninelli e afferma: "Mi sembra chiaro ed evidente che la Tav si farà. L'Alta velocità Torino-Lione è 'un'opera fondamentale, ma non è l'unica. O il ministro la sblocca - dice Salvini con un chiaro riferimento al collega Danilo Toninelli - o non capisco cosa ci faccia al governo".Parole molto chiare che di fatto segnalano come la direzione leghista sia chiara: la grande opera dovrà vedere la luce. E i Cinque Stelle? Si fanno la guerra. Ad innescarla è il pentastellato Airola che ha puntato il dito contro Beppe Grillo e ha minacciato le dimissioni dal Movimento. Da sempre rappresentate del fronte oltranzista No Tav, Arola picchia duro: "Sulla Tav ho scritto a Grillo. Gli ho mandato un messaggio, gli ho detto 'Beppe, si avvicina l'ora X, dimmi tu cosa fare'. La risposta? Non c'è stata, era il suo compleanno, evidentemente non gli andava molto di occuparsi di queste cose...".Ma l'affondo più pesante è sul ministro Toninelli che viene scaricato proprio dallo stesso Airola: "Toninelli? Non gli do un giudizio, so che più di lui sono importanti le persone che gli stanno intorno. Spesso è stato mal consigliato, soprattutto sul Tav. Ma è anche stato preso di mira per una serie di situazioni che magari poteva evitare... Non saprei se se ne deve andare. Di sicuro mi fido più di Conte che di Toninelli". Poi lo stesso Airola torna sui disordini a chiomonte di domenica scorsa contestando gli arresti annunciati da Salvini. Ma il terreno di scontro non è solo quello della Tav. C'è anche quello della Rai. Proprio Airola contesta la scelta dei pentastellati di aver proposto l'abolizione del canone Rai. Da qui le sue dimissioni dalla Commissione di Vigilanza. La decisione, spiega il grillino all'Adnkronos, è dovuta a due motivi: "Il primo è che la Vigilanza non serve a nulla, altrimenti non avremmo più Fazio in tv, visto che in passato abbiamo fatto un atto di indirizzo per chiedere alla Rai di non comprare da agenti esterni. Ma queste indicazioni vengono interpretate e gestite come vogliono loro. La seconda ragione è che, adesso che governiamo, pensavo di poter incidere maggiormente. Sicuramente con una legge sulla governance, che era da fare immediatamente, avrei potuto dare il mio contributo per proteggere l'ad dall'attacco dei partiti. Purtroppo non sono stato mai interpellato su nulla, evidentemente non servo". Insomma inizia a sfaldarsi il fronte dei grillini e adesso il Movimento rischia l'implosione. >>

 La denuncia della Lega: "A Milano si vende alcol ai minori senza controllo" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 5:36:41 PM
A Milano si vende alcol ai minorenni senza controllare minimamente l'età dei ragazzi che si presentano in cassa con un bottiglia o una cassa in mano. La denuncia è della Lega per bocca di Massimiliano Bastoni, consigliere regionale e comunale del Carroccio: "Bisogna proibire il consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche e soprattutto contrastare la vendita ai minorenni. Dall'inizio dell'anno sono state quasi 1500 le persone soccorse dal 118 contro le 180 per assunzione di droghe".L'esponente del partito di Matteo Salvini ha dunque rilanciato sui propri canali social il video-inchiesta di denuncia realizzato dalle consigliere municipali leghiste Francesca Testa ed Emanuela Bossi in cui si svela la facilità con cui i minorenni acquistano alcolici a Milano.[[video 1730955]]"A Maggio il Sindaco Sala ha ipotizzato il divieto di consumo di alcol in strada dopo le 24 senza però darvi seguito. Sia il Municipio 2 e 4 hanno invocato invano provvedimenti che riducano la vendita e il consumo di alcolici in strada e a questo punto è importante capire sul senso di salute pubblica se i controlli nei negozi etnici ad esempio sono inesistenti e qualsiasi ragazzino può acquistare liberamente?" prosegue Bastoni, che insiste sulla necessità di assumere provvedimenti urgenti per arginare un fenomeno vistoso in moltissime parti della città, con bivacchi di italiani e soprattutto immigrati durante i weekend, oggetto di proteste legittime dei residenti: "Dal sabato mattina al lunedì le strade e le aree verdi di Milano sono un cimitero di bottiglie, gente ubriaca sdraiata davanti ai condomini e ai negozi, adolescenti vittime del cosiddetto Binge Drinking ovvero la tendenza a bere fino all'eccesso".Dunque, l'esponente leghista chiosa con una sferzata: "Se vogliamo risolvere il problema dobbiamo essere intransigenti, perché gli slogan e gli annunci non servono a nulla". >>

 Sylvester Stallone: "Ho guadagnato con Rocky ma i produttori mi hanno derubato" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 5:17:17 PM
Sylvester Stallone non smette mai di dare pugni, neanche ora che ha 73 anni. L'attore, intervistato dal magazine Variety, ha rivelato alcuni retroscena sulla saga con la quale ha conquistato Hollywood: quella di Rocky. Nonostante il successo e la fama, Sly nutre un profondo risentimento nei confronti dei produttori del primo capitolo, quello del 1976.Il motivo? Sebbene abbia ideato, scritto e interpretato il film, il produttore Irwin Winkler l'ha tenuto volutamente al di fuori della partecipazione azionaria del franchise, una sorta di rendita che avrebbe potuto lasciare ai suoi figli dopo la morte."Non ho assolutamente alcuna partecipazione su Rocky - ha rivelato l'attore - e ogni parola, ogni sillaba, ogni errore grammaticale è stata tutta colpa mia. È stato scioccante che non sia mai venuto fuori, ma mi è stato detto: 'Ehi, sei stato pagato, quindi di cosa ti lamenti?' Ero molto arrabbiato, ero davvero furioso".Sylvester Stallone: "Hollywood è ingrata"Stallone, che prossimamente vedremo al cinema in Rambo: Last Blood, il quinto atto nella saga del suo secondo personaggio più celebre, incolpa la sua ingenuità e la sua mancanza di buon senso nel mondo degli affari per non aver sollevato la questione all'epoca dei fatti, quando aveva 30 anni.Secondo i produttori, tuttavia, Sly avrebbe guadagnato più di 10 milioni di dollari tra partecipazione agli utili, entrate aggiuntive e i diritti sui due spin-off che ha prodotto, Creed e Creed II. L'attore ha dovuto capire a sue spese che questo lavoro è un business e non una storia d'amore quando Hollywood l'ha messo all'angolo in seguito ai flop al botteghino di Rocky V e Fermati, o mamma spara.Mollato dall'agenzia CAA e dal suo manager Ron Meyer, Stallone è rimasto in questo limbo fino al 2006, quando l'uscita di Rocky Balboa lo ha riportato nelle grazie degli studios. Oggi questa storia è acqua passata perché Sly ha imparato a "sopravvivere" prendendosi cura di sé stesso. Ma la sua opinione sui meccanismi dell'industria cinematografica statunitense non cambia. "Dicono - commenta amareggiato l'attore - che la definizione di Hollywood sia qualcuno che ti pugnala al petto e non lo nasconde nemmeno". >>

 Lancia un mattone sulle auto in corsa: paura a Roma >>
Inserita il 23 Jul, 2019 4:36:06 PM
Ha lanciato un mattone da un ponte su un auto in transito. Poi è fuggito facendo perdere le sue tracce. Sulla cosiddetta strada Olimpica, a Roma, torna la paura per quell'assurda mania di tirare pietre dai cavalcavia sulle automobili in marcia.Numerosi gli episodi di questo tipo che ogni anno si registrano sulle strade italiane. In alcuni casi i lanci di sassi hanno provocato incidenti e causato la morte del conducente o di intere famiglie.E ora a Roma torna la paura. Come spiega il Messaggero, in via Leone XIII, una macchina in transito in zona Villa Pamphili è stata colpita da un grosso mattone di tufo lanciato dal ponte pedonale del parco.L'autore, un ragazzo da quanto riferito, è fuggito subito dopo. Il giovane è stato inseguito da un uomo che ha assistito all'episodio, ma è riuscito a dileguarsi prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. I carabinieri sono ora al lavoro per identificare il responsabile del pericoloso gesto.Il mattone ha colpito in pieno un'Audi in transito ma non ha sfondato il cristallo anteriore. Per il conducente e un passeggero solo un grande spavento. >>

 Bibbiano, Salvini sta coi bimbi: "Non avrò pace finché tutti i bambini non saranno tornati a casa" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 4:32:21 PM
Dopo lo scandalo di Bibbiano, dove i bambini venivano strappati dai loro genitori per essere dati in affidamento a terzi (ricostruzione sommaria rispetto allo scempio compiuto), Matteo Salvini ha deciso di andare a Bibbiano. Il paese dello scandalo, in quanto l'ex sindaco piddino è accusato di aver violato le norme che regolano gli affidi. Il vicepremier leghista, quindi, ha detto di volerci vedere chiaro e "per confermare il mio impegno, da papà e da ministro, in difesa di chi non si può difendere" è andato a Bibbiano e subito la sinistra è partita all'attacco accusando il leader del Carroccio di voler fare una passerella. "È evidente che non vengo qui per attaccare Renzi o Zingaretti - spiega subito Salvini - non mi interessa il colore politico, qui ci sono da salvare dei bimbi". Sinistra zittita.Ma non appena Salvini è arrivato nel paese dello scandalo ha puntato il dito contro il "business dei bambini": "Non avrò pace finché l'ultimo bambino in Italia, che sia stato sottratto ingiustamente a mamma e papà, torni alla sua famiglia. Se qualcuno ha sbagliato, e lo ha fatto sulla pelle di un bambino, deve pagare doppio". Soltanto oggi, infatti, quattro dei bambini che sono stati strappati dai genitori sono ritornati a casa. Sconvolti, ma ce l'hanno fatta.Durante la sua visita a Bibbiano, il vicepremier rivela che "sono quasi 10mila in Emilia Romagna i bimbi sottratti negli ultimi anni ai genitori. È un numero che non esiste. Su questi diecimila bimbi andremo fino in fondo". Salvini è un fiume in piena e non può accettare quello che è stato fatto a queste povere creature: "In un Paese civile prima di portare via un bimbo da casa le devi avere provate tutte. Chi è stato portato via con l'inganno e con la truffa a mamma e papà deve tornare a mamma e papà".Salvini, quindi, parla di una possibile commissione d'inchiesta dove - purtroppo - "emergeranno altri casi, ma non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Quando visito i campi rom mi chiedo perché il tribunale dei minori non intervenga lì a togliere i minori ai genitori. Spero che nei prossimi mesi Bibbiano torni a essere un Comune che uno cerca per i valori, per il lavoro, per come vengono su bene i giovani. Non meritate di essere conosciuti per la comunità degli orchi, ma se qualcuno ha sbagliato sulla pelle di un bambino per me deve pagare doppio. Entro questa estate verrà approvata la proposta della Lega sulla commissione d'inchiesta sulle case famiglia. Andremo fino in fondo, è inaccettabile che ci sia chi fa business sulla pelle dei bambini. Lo dobbiamo anche alle case famiglia che fanno bene il loro lavoro. Spero che su questo la politica si unisca. Non so se c'è un sistema, so che mi arrivano segnalazioni di abusi da diverse parti d'Italia, non è un problema di colore politico, va rivisto il diritto di famiglia".Parlando con i giornalisti Salvini non si risparmia. Il vado di Pandora sugli affidi illeciti di minori è stato >>

 Enna, blitz anti-droga: c'era un pappagallo a fare da palo alla banda >>
Inserita il 23 Jul, 2019 4:04:45 PM
Un pappagallo come palo. Era questo lo stratagemma adottato da una banda di spacciatori di Piazza Armerina, in provincia di Enna, sgominata da un blitz delle forze dell'ordine.L'operazione di polizia contro lo spaccio di marijuana, cocaina e hashish ha portato all'arresto di otto delle 15 persone (sette sono finite ai domiciliari) e all'indagine a piede libero a carico di ventidue persone.Da quanto emerso dalla indagini, i pusher non si facevano alcun problema a vendere la droga anche ai minorenni, nei pressi delle scuole o dei giardinetti; inoltre, posizionandosi all'esterno di alcune strutture di recupero, avvicinavano i tossicodipendenti in cura nei Sert.In tutto questo, chiava era il ruolo del pappagallo, utilizzato come sentinella davanti all'uscio di casa di un membro della banda, così come riporta TgCom24, che nascondeva i quantitativi di droga nel controsoffitto del salotto. Il volatile aveva il compito di segnalare al suo padrone l'arrivo di eventuale ospiti indesiderati. >>

 Pedro Sanchez è nei guai: niente fiducia al primo voto in aula >>
Inserita il 23 Jul, 2019 4:03:22 PM
Pedro Sanchez, per molti, è il simbolo di come le cose potrebbero andare meglio per la sinistra occidentale ma, al primo giro di boa, pure il premier spagnolo in pectore ha subito una battuta d'arresto.Il fatto che il leader socialista iberico non abbia raggiunto la maggioranza alla prima votazione utile a garantirgli la possibilità di dare vita a un esecutivo non lascia presagire nulla di buono per la sua parabola politica. Bastano i risultati, che sono stati riportati anche dalla agenzia Lapresse: 170 preferenze contrarie contro 124 voti a favore. A fare la differenza, approfondendo meglio, sono stati gli astenuti: ben 50.Nel momento in cui scriviamo, significa soprattutto che gli accordi non soddisfano ancora tutte le parti, specie in relazione alla quadra che l'esponente del Pso deve trovare con i massimalisti di Podemos, ma vale comunque la pena rimarcare la certificazione di un dato non smentibile: Pedro Sanchez, ora come ora, non può insediarsi come primo ministro. Non è ancora detta l'ultima. Il prossimo giorno utile segnato sul calendario è quello di giovedì: avrà luogo un secondo tentativo. In questi tre giorni, insomma, socialisti e populisti di sinistra possono chiudere l'accordo che manca. >>

 Il Friuli Venezia Giulia vuole il blocco nazionale del farmaco gender >>
Inserita il 23 Jul, 2019 3:34:51 PM
In Friuli Venezia Giulia il centrodestra ha votato una mozione sui farmaci blocca-pubertà e chiede alla Giunta, guidata dal leghista Massimiliano Fedriga, di attivarsi con il Governo nazionale giallo-verde per interdire, su tutto il territorio italiano, la somministrazione di triptorelina.La mozione contro il contestatissimo farmaco "gender", che blocca temporaneamente lo sviluppo della pubertà nei casi di "disforia di genere", è stata presentata dal Gruppo consiliare della Lega di Matteo Salvini e condivisa dagli altri movimenti e partiti di centrodestra.La triptorelina, denuncia la maggioranza di centrodestra della Regione Autonoma, è stata immessa nell'elenco dei farmaci offerti a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale, dopo una Determina dell'Agenzia italiana per il farmaco (l'Aifa) pubblicata sulla Gazzetta ufficiale, "in assenza di sufficienti studi clinici, soprattutto in merito ai possibili suoi effetti negativi a lunga scadenza" e non considerando che "la pubertà non si può definire patologia".Quella del centrodestra del Friuli Venezia Giulia "non è una posizione ideologica, bensì una proposta di buonsenso nell'interesse esclusivo della salute dei bimbi di tutta l'Italia", ha dichiarato Mauro Bordin, capogruppo della Lega di Salvini in Consiglio Regionale.Secondo Bordin bloccare farmacologicamente la pubertà potrebbe causare "un disallineamento fra lo sviluppo fisico e quello cognitivo del minore", provocando una compromissione della "definizione morfologica e funzionale di quelle parti del cervello che contribuiscono alla strutturazione dell'identità sessuale insieme con i fattori ambientali ed educativi".La preoccupazione dei politici di centrodestra della regione Friuli Venezia Giulia è legata anche al fatto che mancano evidenze scientifiche sul ritorno alla fertilità piena nel caso di quei ragazzini che, una volta iniziato il trattamento, decidessero di desistere dallo stesso per permanere nel loro sesso biologico."Il corpo è reale. La mente deve accettare la realtà e amarla", ha scritto su Notizie Pro Vita la nota attivista pro-life Silvana De Mari. Secondo la dottoressa "dove non c'è armonia tra mente e corpo va curata la mente, non alterato il corpo. Il concetto che vede corpo e mente slegati esiste all'interno di una patologia, quella dissociativa".Un concetto, a quanto pare, condiviso dai consiglieri regionali di centro destra del Friuli Venezia Giulia che, ricordando uno studio dei pediatri americani, hanno spiegato che il 98% dei bimbi e l'88% delle bimbe accettano le caratteristiche del proprio sesso biologico dopo aver superato naturalmente la fase puberale. >>

 Fatture false per 17 milioni: arrestato gestore centro accoglienza >>
Inserita il 23 Jul, 2019 3:24:57 PM
Avrebbe evaso 3 milioni di euro tra il 2012 e il 2017 attraverso l'emissione di fatture false per circa 17 milioni di euro. Questa, riporta Adnkronos, l'accusa nei confronti dell'imprenditore fiorentino Stefano Mugnaini, gestore di centri di accoglienza per migranti in provincia di Firenze, in particolare nell'Empolese e in Valdelsa, ma che in passato è stato attivo anche a Firenze e in altre città toscane. Mugnaini, 44 anni, presidente del consorzio di coop Multicons, è stato posto agli arresti domiciliari dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Firenze e dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica.A firmare il provvedimento, con il quale è stato disposto anche il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, di denaro e beni mobili e immobili per 3 milioni di euro, è stato il Gip del Tribunale di Firenze Angelo Antonio Pezzuti. Complessivamente a Mugnaini, residente nel comune di Capraia e Limite (Firenze) sono state sequestrate tre case, tra cui una residenza estiva, nonchè diversi conti correnti, le cui disponibilità finanziarie sono in corso di accertamento. L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore Leopoldo De Gregorio e dal procuratore Giuseppe Creazzo, è partita a seguito di un controllo su alcuni fondi pubblici erogati per l'accoglienza dei migranti dal consorzio. Consorzio che, di recente, ha gestito diversi centri attraverso le cooperative consociate.Lega: "L'accoglienza è un business"Soddisfazione per l'operazione della Gdf è stata espressa dal consigliere regionale toscano Jacopo Alberti (Lega): "Voglio complimentarmi innanzi tutto con la Guardia di Finanza per le indagini svolte. Oggi è stato demolito il tanto incensato sistema toscano dell'accoglienza. L'arresto del gestore della più importante cooperativa di accoglienza dell'Empolese-Valdelsa - spiega Alberti - squarcia il velo su ciò che abbiamo sempre sostenuto: l'accoglienza è un business, un modo per lucrare sulla pelle dei migranti. Oggi, anche in Toscana, qualcuno si sveglia dall'incanto. Spero che anche il governatore Rossi ora avrà più chiaro perché la Lega si è sempre opposta a questi continui finanziamenti al sistema dell'accoglienza".La legge della sinistra per aggirare il dl SicurezzaIl riferimento di Alberti al presidente della Toscana, Enrico Rossi, è legato al recente stanziamento di 4 milioni di euro da parte della regione a favore dell'accoglienza degli extracomunitari, compresi gli immigrati clandestini. "Nel 2016 questo gestore andava su Rai 1 a dire quanto erano bravi in Toscana a fare accoglienza, oggi lo hanno arrestato e gli hanno sequestrato 3 milioni di beni. Oggi i fatti ci danno ragione, e spero - prosegue Alberti - che tanti toscani riconoscano in questa vicenda l'apice della cattiva fede della sinistra. Quella legge che chiamano samaritana, non è altro che una legge ad hoc per gli amici delle cooperative".Il precedenteNon è la prima volta che in Toscana alcuni "samaritani" dediti all'accoglienza dei migranti vengono pizzicati a frodare lo Stato. Era già successo nell'agosto 2018, quando due soggetti operanti nel terzo settore erano stati arrestati per non avere erogato i servizi previsti dal bando della Prefettura che si erano aggiudicati. In quel caso, l'indagine era partita nel 2014 e aveva >>

 Sea Watch, insulti online nel mirino: Carola chiederà risarcimenti a tutti >>
Inserita il 23 Jul, 2019 3:22:23 PM
Nel mirino ci sono "commenti di odio", post "sessisti", insulti contro Carola Rackete e non solo. L'ultima novità riguarda e investe (probabilmente) una larga fetta degli italiani attivi in Rete. E potrebbe costare non poco alle tasche di chi ha scritto qualcosa (di brutto) sul capitano della Sea Watch 3. Non condanne penalì, né carcere, né servizi socialmente utili. Ma soldi. Molti soldi.L'avvocato Kathy La Torre (insieme a Tlon) ha infatti ideato una campagna dal nome "odiare ti costa" per "arginare l'enorme mole di commenti diffamatori di cui siamo invasi in rete". Iniziativa lodevole. Sarà indirizzata "a tutti" e potrà chiedere un risarcimento anche "il signor nessuno o la signora nessuno". Qualcuno ti insulta su Fb, Messenger, Instagram, Youtube o sui siti dei giornali? Tu chiedi un indennizzo. Semplice. "In 48 ore abbiamo già ricevuto 6mila segnalazioni di odio", esulta la legale. Molti influencer hanno già appoggiato l'iniziativa e presto verrà creato un "pool" di avvocati, filosofi, investigatori, hacker etici e esperti informatici forsensi detito allo scopo: "Il progetto è una 'bomba' e potrà far cambiare il modo stare sui social".La campagna partirà però proprio per Carola Rackete. "Ho avuto mandato da Sea Watch di tutelarla civilmente dall'odio essista e insopportabile di è ormai vittima da un mese", spiega al Giornale.it La Torre, che è co-difensore del capitano insieme ad Alessandro Gamberini (che si occupa delle questioni penali). La legale ha ideato un modo per evitare di dover scovare da sola ogni singolo post da denunciare: invece di passare intere giornate a setacciare profili Facebook, si farà aiutare proprio dagli utenti dei vari social network. Chiunque potrà inviare un link di un post "incrminato" in cui appaiono commenti diffamatori da inserire nel faldone che finirà a giudizio. Saranno poi gli avvocati a "esaminare quelli giudizialmente meritevoli di tutela".L'ammontare del risarcimento potrebbe essere ingente. "Dipende da molti fattori - dice La Torre - Più la persona offesa è nota e più è alto il risarcimento. Ad ogni modo, si parte da circa 5mila euro fino ad arrivare a decine di migliaia di euro". A finire nel mirino saranno "le offese", non "le opinioni" né la libertà di dissenso. Ma l'ingiuria, la calunnia, le minacce. Il tutto senza distinzioni. "L'odio è odio - aggiunge l'avvocato - Se Giorgia Meloni mi chiedesse di agire per tutelarla dalle offese sessiste che riceve, io non avrei alcuni scrupolo a tutelarla. Così come non ne avrei a citare in giudizio lei se offendesse rom, coppie gay, diversi e immigrati. Il senso è: si può esprimere un opinione ma senza offendere nessuno. Chi lo fa pagherà per le proprie affermazioni. Non è censura. Non è liberticidio. È legge".Il problema, se così vogliamo chiamarlo, è che "la differenza tra ciò che è lecito e ciò che è illecito non è ancora chiara nel nostro Paese". Dunque sarà tutto da vedere. Di certo il progetto dunque non si limiterà a Carola Rackete. Andrà oltre. Punta ad essere un "deterrente a lungo termine". "Ci interessa combattere l'odio, non la politica, >>

 Como, giovane picchiato perché gay: "Sei solo un fr...o" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 3:18:40 PM
Lo avrebbe colpito all'improvviso, in pieno giorno e nel centro di Como. Il motivo? Secondo la vittima, il suo orientamento sessuale. A raccontare l'episodio che lo ha coinvolto in prima persona, un giovane residente in città, Massimilano Della Torre, che ha denunciato un'aggressione a sfondo omofobico. Secondo quanto riportato da Il Giorno, l'attivista Lgbt sarebbe stato avvicinato da uno sconosciuto poco prima di raggiungere la fermata dell'autobus e poi sarebe stato colpito con un pugno in faccia.Il racconto del giovane"Ero appena uscito di casa", ha spiegato su Facebook il ragazzo, "Mi ero incamminato verso la fermata del bus quando un signore mi ha fermato, chiedendomi se mi chiamassi Max Della Torre. Io gli ho risposto di sì e lui mi ha tirato un pugno in faccia, dicendo che ero solo 'un frocio di merda'. Vorrei dire a questa persona che sono gay, felice di esserlo ma, soprattutto, fiero della mia vita e delle persone che mi sono state vicine in questo. Io sono Massimiliano, non la mia identità sessuale: sono spensierato, felice, nostalgico, pigro, sorridente, pensieroso e sì sono anche gay ma è solo un dettaglio della mia vita. Mi chiedo cosa sono queste persone che sanno diffondere solo odio. L'omofobia non è un diritto".Le indaginiIl ragazzo ha presentato subito denuncia alle forze dell'ordine che, in queste ore, sono impegnate nelle indagini. In diversi hanno condannato il gesto dello sconosciuto che ha picchiato Della Torre. La solidarietà è arrivata anche da Arcigay Varese, che ha dichiarato di aver offerto assistenza, disponibilità e supporto al giovane comasco. Il gruppo ha deciso di costituirsi parte civile non appena saranno individuati i responsabili dell'accaduto. "Mi ha voluto marchiare con un livido, ma quello che più mi ha fatto male è l'ignoranza del gesto che ha compiuto. Spero che questa persona si renda conto di quel che ha fatto e soprattutto impari a capire e rispettare il fatto che, in questo Paese, ci sono anche i gay", ha concluso Della Torre. >>

 Più cretini che anarchici >>
Inserita il 23 Jul, 2019 3:16:25 PM
"È bastata una sigaretta per mandare un gigante in tilt", hanno rivendicato con orgoglio su internet gli autori del sabotaggio sulla linea ferroviaria che ieri ha mandato in tilt l' Italia. Si definiscono "anarchici", ma sono solo dei poveri cretini usurpatori di qualifica. L' anarchia, infatti, è una cosa seria che colpisce lo Stato o il padrone, non centinaia migliaia di cittadini rimasti ieri appiedati nelle stazioni di mezza Italia. Cittadini che, per inciso e mediamente, sono arrabbiati con lo Stato e con i padroni, non senza qualche ragione, ben più di questi balordi piromani che a differenza degli anarchici si rifugiano nel più vigliacco degli anonimati come fanno i delinquentelli comuni.L' anarchico reso immortale da Francesco Guccini nella ballata La Locomotiva, Pietro Rigosi, non si accese quel giorno del 1893 una sigaretta per innescare nella notte un incendio e dileguarsi. No, salì lui su una locomotiva e per protesta contro le ingiustizie della modernità, o in preda alla follia nella versione dei fatti meno romantica, la lanciò a tutta velocità in cerca della morte eroica.Fallì il piano, ma almeno dimostrò di avere gli attributi.Questi ragazzotti sono invece dei bulli simili a quelli che anni fa si sentivano grandi lanciando sassi dai cavalcavia per vedere l' effetto che faceva sulle macchine e sulle vite di ignari automobilisti. Mi chiedo quale diavolo di rivoluzione può nascere appiedando chi sta andando al lavoro o il lavoratore che sta partendo per le vacanze. Ho visto pure piangere in tv una anziana signora che da Roma stava andando a Milano per una visita oncologica, attesa da mesi e ora svanita. A occhio non fa parte di nessuna casta, non mi è sembrata benestante. Era solo spaventata, angosciata e terribilmente sola.La vera punizione per gente così più che il carcere, che li nobiliterebbe, dovrebbe essere fargli pagare i danni, diretti e indiretti, provocati alle Ferrovie ma soprattutto ai passeggeri, cioè sequestrare e ipotecare i loro guadagni - ammesso che abbiano mai lavorato un giorno in vita loro e che siano in grado di farlo in futuro - per almeno le loro prossime tre generazioni. Gli passerebbe la voglia di giocare a fare gli anarchici, i No Tav e penso anche di accendersi un' altra sigaretta. >>

 In tribunale con bermuda e infradito, il giudice: "Vada a cambiarsi" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 3:12:37 PM
È arrivato in aula per assistere alla sentenza di divorzio con bermuda e infradito. Un abbigliamento inappropriato per un tribunale tanto che il giudice ha invitato l'uomo ad uscire dall'aula e a ripresentarsi indossando degli abiti adeguati. È accaduto durante un'udienza di fronte al presidente della Sezione civile del Tribunale di Trieste, Arturo Picciotto."Anche se non c'è una casistica specifica su ciò che si può o non si può indossare, è il Codice di procedura ad attribuire al giudice il compito di garantire il rispetto del decoro durante l'udienza pubblica", ha spiega Picciotto a Il Piccolo.In aula erano presenti i due coniugi in fase di divorzio con i rispettivi avvocati. Dopo aver visto l'abbigliamento dell'uomo, il giudice gli ha chiesto di allontanarsi e di cambiarsi i vestiti."Ho parlato con gli avvocati e mi sono lamentato del fatto che non avessero dato indicazioni di vestirsi in modo adeguato - ha continuato il magistrato -. Mi hanno assicurato di averlo fatto, ma la raccomandazione non era stata recepita. L'ho quindi invitato a tornare vestito in modo adeguato".Dopo essere stato allontanato, l'uomo si è cambiato i vestiti e si è ripresentato un'ora più tardi in aula. "Così abbiamo potuto procedere con l'udienza - ha spiegato il giudice, specificando che non ci sono state tensioni con l'uomo -. L'apparenza è un modo per riconoscere il valore dell'istituzione e l'importanza della funzione che stiamo svolgendo nel nome del popolo italiano". >>

 Milano, polizia e carabinieri sgomberano il centro sociale Corvaccio a Corvetto >>
Inserita il 23 Jul, 2019 2:53:21 PM
È stato sgomberato questa mattina il centro sociale ex Corvaccio, in zona Corvetto, a Milano. A effettuare procedure di sgombero stata la polizia di Stato e l'Arma dei carabinieri e l'operazione è stata condotta da agenti in tenuta antisommossa, e si è conclusa senza difficoltà e tensioni,Le uniche criticità sono state quelle della viabilità stradale, che ha fatto registrare ingorghi. La polizia locale, infatti, ha deviat0 le linee Atm 77 e 96, e chiuso il passaggio in via Ravenna e via San Dionigi, per permettere a militari e poliziotti di svolgere il tutto in sicurezza. Con il risultato, però, anche di congestionare per qualche ora il traffico.All'interno della struttura occupata abusivamente vi erano due persone, mentre all'esterno un gruppetto di quattro-cinque persone.Il centro sociale si trovava in via Giovanni Battista Piazzetta, al civico 23, periferia sud-est del capoluogo lombardo, ed era già stato sgomberato mesi fa.Il commento della Sardone"Lo sgombero di un centro sociale è sempre una bella notizia. Ringrazio le forze dell'ordine intervenute nell'edificio di via Piazzetta occupato dal Corvaccio per ripristinare la legalità: per chi odia la polizia (nome delle pagina Facebook degli stessi antagonisti) non può e non deve esserci posto a Milano, così come altrove. Mi chiedo come la sinistra per mesi sia potuta stare in silenzio di fronte agli slogan aggressivi e offensivi lanciati dal centro sociale in questione verso le forze dell'ordine. Parliamo di personaggi che nel 2014 hanno messo a ferro e fuoco il quartiere Corvetto tra cassonetti incendiati e lancio di oggetti verso gli agenti: gente per cui deve esserci tolleranza zero totale", le parole di Silvia Sardone, consigliere comunale ed europarlamentare della Lega. Infine, l'esponente del Carroccio ha aggiunto: "Ora avanti con gli altri centri sociali abusivi da sgomberare. La lista è lunghissima, ma sarebbe bello se si partisse dagli immobili comunali come la palazzina liberty di via Molise occupata dal Macao e l'ex liceo Omero di via del Volga occupato dal collettivo Rimake. Nessuno sconto a chi si impossessa di immobili pubblici e privati sottraendoli alla collettività". >>

 Parigi, furto nell'appartamento del principe Emanuele Filiberto >>
Inserita il 23 Jul, 2019 2:18:22 PM
Ladri in azione nella casa parigina di Emanuele Filiberto di Savoia. Una banda di rapinatori si è introdotta nell'appartamento del principe portando via beni del valore di oltre 500 mila euro.Come spiega il Corriere, Emanuele Filiberto e la moglie, l'attrice Clotilde Courau, non erano in casa e hanno scoperto il furto solo al loro ritorno la sera. Giunte sul posto, le forze dell'ordine hanno prelevato alcune impronte digitali e stanno ora visualizzando le immagini di tutte telecamere di sicurezza della zona.La maggior parte della refurtiva, riporta Le Parisien, è composta da gioielli preziosi. Secondo un fonte del quotidiano francese, il valore solo dei "pezzi più pregiati" sarebbe di 500 mila euro."Le indagini saranno complicate - ha riferito al quotidiano francese -. Questo tipo di furto con scasso è raramente opera di dilettanti, perché per vendere i gioielli è necessario disporre di una buona rete di ricettatori e perché i gioielli sono riconoscibili a vista". >>

 Mondiali di nuoto, Simona Quadarella conquista l'oro nei 1500 stile libero >>
Inserita il 23 Jul, 2019 2:02:10 PM
Simona Quadarella ha vinto l'oro nei 1500 stile libero ai Mondiali di nuoto in corso a Gwangju.La 21enne romana si è imposta con il tempo di 15'40"89, nuovo primato italiano che migliora quello di Alessia Filippi ai Mondiali di Roma 2009 (15'44"93). Alle sue spalle la tedesca Sarah Kohler e la cinese Jianjiahe Wang. Assente la campionessa in carica e primatista mondiale, la statunitense Katie Ledecky, miglior tempo in batteria che ha rinunciato per un virus intestinale. Diventa così la iridata numero 4 azzurra dopo Novella Calligaris, Federica Pellegrini e Alessia Filippi, detetnrice dell'ultimo record italiano.Una storica impresa Simona Quadarella, dopo il bronzo a Budapest e l'oro agli ultimi Europei, approfitta dello spiraglio lasciato aperto dall'assenza della Ledecky e si prende tutta la scena per lei conquistando il primo oro azzurro ai mondiali coreani. Parte subito fortissimo la Quadarella con passaggi che polverizzano il precedente record italiano della Filippi: viaggia ala media 1'02"5. La insegue vanamente la storica rivale europea, la tedesca Sarah Kohler e la la cinese Wang Jianjihae. A metà gara vira a 8'17"95, ben 7 secondo in meno dalla Filippi e a soli più 6" dal mondiale della Ledecky. Una prestazione magistrale. Ai 1200 passa in 12'31"84, quasi rallenta un po' per rifiatare in vista dello sprint che la conduce al sogno iridato.A fine gara, con la voce rotta dal pianto, la neocampionessa si lascia andare ai microfoni di Raisport: ''Se ti ritiri è perché non puoi stare lì. Non ci credo, non ci credo. Ma sapevo che ce l'avrei fatta. Volevo usare la testa. Ma prima della gara ho detto vado per vincere. Sono stata spiazzata dalla sua assenza. Non sapevo nulla, ma è una opportunità. Sono stata fortunata, ma me la sono guadagnata. In due anni è cambiato tutto, da Budapest in qua. Spero di continuare così, anche oltre Tokyo. Ogni volta che vinco ho sempre più voglia di vincere. Non vedevo l'ora di sfogarmi''.Seguì già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it? >>

 Veera Kinnunen e Dani Osvaldo in vacanza insieme: è scoppiato l'amore? >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:48:10 PM
La coppia di "Ballando con le Stelle" aveva fatto sognare i telespettatori non solo per il feeling nato sul palco ma anche per quello creatosi fuori dalle telecamere. A distanza di mesi dalla fine del programa che li ha fatti conoscere sembra che Veera Kinnunen e Dani Osvaldo si frequentino. Gli indizi vanno infatti in questa direzione. Nelle ultime ore sia l'ex calciatore argentino sia la bella ballerina svedese hanno pubblicato sui social network foto e video che li ritraggono insieme su una barca destinazione Helsinki.Dani Osvaldo ha condiviso con i suoi follower le foto della splendida cabina dell'imbarcazione salpata da Stoccolma: fiori ovunque, vasca idromassaggio doppia e sauna privata, insomma tutti gli ingredienti farebbero pensare a un viaggio d'amore. Scatti simili a quelli pubblicati da Veera Kinnunen, che sui social mostra Stoccolma vista dalla barca, la stessa veduta condivisa da Osvaldo. Ma è la foto di loro due guancia a guancia a scacciare via ogni dubbio. Un viaggio nelle fredde terre del Nord che la ballerina e insegnante conosce bene e che forse ha voluto far scoprire al caliente argentino.Difficile pensare che si tratti di una coincidenza, forse i due hanno deciso di fare il viaggio che avrebbero dovuto compiere durante il programma e che invece, per la gelosia di Stefano Oradei fidanzato (o forse ex) della bionda ballerina, fu annullato. Intanto, proprio di Oradei non si sa più nulla. Dopo la fine del programma del sabato sera, le scuse in diretta per la lite con la compagna, il ballerino non ha più dato notizie sui social creando ulteriori dubbi e alimentando le voci su una possibile storia tra Dani e Veera. >>

 Bibbiano, rabbia della Pausini: "Mi insultano? Scrivete cazz..." >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:45:03 PM
Laura Pausini non è il tipo che tace. Dopo l'appello sui social per chiedere la verità su quanto accaduto a Bibbiano, la cantante ha ricevuto pesanti critiche sui social. Il caso dei presunti affidi illeciti come è noto sta accendendo anche una feroce bagarre politica. L'ex sindaco di Bibbiano del Pd sarebbe coinvolto nell'inchiesta per aver violato le norme che regolano proprio l'affido dei bambini. Da qui le stilettate sui social da parte dei sostenitori dem contro i cantanti che in questi giorni hanno chiesto di far luce su un caso pieno di ombre. Il caso più eclatante riguarda Nek che su Repubblica è stato criticato professionalmente con l'accostamento delle sue canzone alle atomiche di Hiroshima e Nagasaki. Poi è stato il turno della Pausini. Ma adesso la cantante, come riporta l'Adnkronos, ha deciso di reagire e dire la sua in modo chiaro e schietto, come è solito fare. Non vuole battere in ritirata come alcuni hyaters le hanno chiesto e non vuole nemmeno tacere su quanto accaduto e così rilancia sui social con forza il suo appello: "È sempre molto difficile in Italia - dice Laura - commentare dei fatti di cronaca o attualità perché ti massacrano continuamente per qualsiasi cosa. Inventata o travisata. Io sono una persona molto fragile da questo punto di vista e sono molto schietta istintiva e genuina e per questo a volte è diventato un fatto di attualità che io abbia messo lo smalto a mia nipote al mare, o che mi prenda in giro e mi dica da sola che sono negata facendo una battuta chiaramente contro di me e pro Beyoncé... tutto viene raccontato descritto spettegolato in maniera diversa, esagerata a volte opposta a ciò che uno ha detto o ha fatto".Poi, sempre la Pausini parla degli insulti (una valanga) ricevuti sul web. Nel suo sfogo emerge tutta l'amarezza per il trattamento ricevuto dopo aver lanciato un appello per i bimbi coinvolti in questa triste vicenda. Inoltre sottolinea che la sua mossa non è figlia della voglia di sentirsi dire "brava", ma piuttosto è un gesto per fare i conti "con una notizia gravissima e non c'è tempo per scrivere cazz...". Di fatto chiude il suo sfogo con un appello per chi resta in silenzio:"Chi ha bisogno di sfogarsi, stavolta utilmente, tiri fuori la voce per parlare di questo scandalo". Intanto sul fronte politico il dibattito si accende sempre di più. Salvini ha deciso di recarsi a Bibbiano per far luce sui fatti. Una scelta che ha subito mandato su tutte le ire il Pd che accusa il vicepremier di cercare "passerelle". Il caso dei presunti affidi illeciti resta un nervo scoperto dei dem... >>

 "Da oggi ho un nemico in più da abbattere". Lo sfogo di Francesco Facchinetti che ha fatto tremare i social >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:40:05 PM
Qualcuno ha tradito Francesco Facchinetti. Con queste parole il figlio d'arte esplode su Instagram in una diretta che ha fatto tremare il mondo dei social. Nelle ultime ore l'artista spiega, senza menzionare a chi è indirizzata la sua rabbia, tutto quello che è accaduto.Dalle prime ricostruzioni, Francesco Facchinetti si sentirebbe tradito da una persona di fiducia e, con una calma razione, spiega tutto ai suoi follower. Le parole sono piene di amarezza ma è pronto a ripagare lo smacco subito. "Oggi una persona a cui tenevo tanto mi ha tradito, mi ha preso in giro, mi ha raccontato un sacco di frottole - rivela -. Mi sono svegliato pieno di rabbia. Detto questo mi rivolgo a te, tu che lo sai, te la farò pagare fino alla fine dei tuoi giorni. Oggi mi sono reso conto che ho un altro nemico da abbattere".La situazione però ha un risvolto e, sulla questione, interviene Spy Magazine. Come è stato riportato dal profilo social del settimanale, la redazione a breve pubblicherà tutta la verità sullo sfogo di Francesco Facchinetti, affermando di conoscere anche la persona a cui è stata rivolta la minaccia. Si crede che non scorra più buon sangue tra Irama e Francesco. Alla base ci sarebbero problemi economici e divergenze con Riki, l'altro assistito della Newco Management di Facchinetti. E proprio a causa di questi problemi, sarebbe stato Irama a rompere i rapporti con il suo manager. La questione è poco chiara, eppure dopo la condivisione della storia su instagram, Irama avrebbe risposto su i social alzando il dito medio. Non resta che attendere ulteriori risvolti. >>

 Fast & Furious, in coma la controfigura di Vin Diesel: incidente durante una ripresa >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:32:07 PM
Durante le riprese del nuovo capitolo della saga di Fast & Furious Joe Watts, la controfigura di Vin Diesel, è caduto di testa da un'altezza di oltre nove metri. Lo stuntman è stato ricoverato in codnizioni molto gravi e attualmente si trova in coma indotto. Secondo quanto riportato dal "Sun" Vin Diesel, che ha assistito all'incidente, è scoppiato in lacrime ed è in stato di choc.Le riprese del film sono state ovviamente interrotte e una fonte di un magazine inglese ha raccontato lo stato d'animo dell'attore americano: "Era pallido, sotto choc e in lacrime. Ha visto cosa è successo". Tramite Facebook la fidanzata dello stuntman, Tilly Powell, ha riferito che attualmente le condizioni sono stabili e che è stato monitorato per tutta la notte: "Lo amo moltissimo e il mio cuore è devastato. I suoi amici e la sua famiglia sono al suo fianco per aiutarlo ad affrontare tutto questo"."Stavano girando una scena di un balcone molto alto. Lo stuntman è saltato dal balcone attaccato a un filo di sicurezza, ma sembra che il cavo si sia spezzato - ha raccontato la produzione del film Fast & Furious -. Doveva essere lasciato penzolare sotto il balcone tramite il cavo e poi lentamente abbassato a terra, ma qualcosa è andato storto ed è precipitato a terra ed è atterrato di testa. Ci sono stati sussulti e urla quando Watts ha colpito il pavimento, è stato orribile e il tutto è stato ripreso dalla videocamera. Il filmato è stato consegnato alla polizia". Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it? >>

 Future e il bodyguard aggrediti all'aeroporto di Ibiza >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:25:10 PM
Future è uno dei rapper più attivi sulla scena americana ma grazie ad alcune featuring il suo nome è diventato molto popolare anche all'estero. Tra gli altri, infatti, ha collaborato con Ariana Grande, i Maroon5, Chris Brown e Calvin Harris. Ha un profilo Instagram da quasi 14 milioni di seguaci ed è da sempre al centro di forti polemiche per aver sdoganato la codeina come droga tra i più giovani. Oggi è pentito di quel suo periodo e guarda avanti, con una solidissima fanbase e progetti sempre più internazionali. Per le sue vacanze ha scelto l'Europa, in particolare l'isola di Ibiza, dove tantissimi suoi colleghi nel periodo estivo propongono grandiosi spettacoli nei locali più cool.L'accoglienza all'aeroporto di Ibiza non è però stata delle migliori per Future e per la sua guardia del corpo, in particolare per quest'ultimo. Dopo il lungo viaggio per raggiungere lo scalo ibizenco, Future il bodyguard si stavano dirigendo verso l'uscita del terminal quando sono stati avvicinati da un gruppo di circa 10 persone. La loro intenzione era quella di ottenere uno scatto con il cantante che non ha acconsentito. Pare che il suo rifiuto non siano andati giù al gruppo di ragazzi, che a quel punto ha iniziato a offendere il cantante con epiteti irriferibili, molti dei quali di stampo razzista. Dopo aver letto la situazione, la guardia del corpo è intervenuta per mettere al sicuro Future, cercando di placare gli animi dei 10 giovani insorti. Ne è nata una forte colluttazione, con l'uomo che, solo contro dieci, è riuscito a neutralizzarne alcuni prima di essere letteralmente messo al tappetto da un pugno. Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Diego Nights (@diegonightss) in data: 22 Lug 2019 alle ore 4:23 PDT Qualcuno ha ripreso interamente la scena e l'ha condivisa sui social. Nel video si vedono chiaramente i momenti concitati della rissa ma soprattutto il momento in cui la guardia del corpo viene aggredita alle spalle con un pugno. Da quanto si è appreso pare che l'aggressore impugnasse una pietra e che solo per questo motivo sia riuscito ad abbattere (letteralmente) l'uomo di grossa stazza.Quando il bodyguard va a terra si sentono delle risate di sottofondo e nessuno dei presenti si avvicina per prestargli soccorso. Sono intervenute altre persone che si trovavano nei paraggi e che quando si sono accorte dell'uomo a terra l'hanno aiutato a risollevarsi. Purtroppo la guardia del corpo ha riportato un serio trauma facciale e diverse ferite ma quello che lascia maggiormente basiti è la totale assenza di supporto da parte di Future, che nonostante pare stesse assistendo alla scena non è intervenuto nemmeno per aiutare il suo bodyguard dopo l'ultima aggressione.A qualche giorno di distanza, anche a seguito delle polemiche per il suo atteggiamento, Future ha deciso di intervenire per chiarire la sua posizione. In una storia di Instagram l'uomo ha spiegato che i ragazzi l'hanno provocato in maniera maleducata con la scusa di >>

 Temptation Island, Massimo umilia la fidanzata Ilaria: "Io non la vedo bella". Il gesto di Bisciglia conquista il web >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:13:38 PM
Sta facendo parlare molto di sé a Temptation Island 6 la coppia formata da Massimo Colantoni e Ilaria Teolis. Nella nuova puntata del noto docu-reality sui tradimenti, infatti, sono andate in onda le esclusive immagini degli ultimi falò avvenuti prima del confronto finale. Il falò ha mostrato Ilaria e Massimo in procinto di prendere una decisione definitiva sulla loro love-story. In occasione dell'ultimo falò, a Ilaria sono state mostrate le esclusive immagini dell'ennesimo avvicinamento avvenuto tra il suo ragazzo Massimo e la single Elena. Ma a turbare in particolare la Teolis sono state alcune parole riservatele da parte del suo fidanzato, che hanno pesato come un macigno su di lei. "Gli altri la vedono bella, bella - ha dichiarato Massimo sul conto di Ilaria, parlando alla tentatrice Elena -. Negli ultimi video che ho visto io manco la vedevo bella, è bruttissima come cosa". Ilaria rincuorata da Filippo a Temptation IslandLe ultime dichiarazioni critiche rilasciate da Massimo sulla sua ragazza hanno segnato nel profondo Ilaria, tanto che quest'ultima si è lasciata abbandonare ad un lungo pianto liberatorio. A rincuorare la fidanzata dal cuore infranto è stato, inaspettatamente, il conduttore del programma, Filippo Bisciglia. Quest'ultimo si è avvicinato alla Teolis e l'ha confortata baciandola e abbracciandola, teneramente. E le immagini dei gesti di Bisciglia in questione hanno, in pochi minuti, conquistato il web.Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook? Ilaria è sconvolta... ferita dalle parole di Massimo! Cosa farà? #TemptationIsland pic.twitter.com/qNFaBLlVqn- Temptation Island (@TemptationITA) 22 luglio 2019 >>

 Boris Johnson ha vinto: è lui il nuovo primo ministro >>
Inserita il 23 Jul, 2019 1:13:26 PM
Boris Johnson, dopo una lunga serie di turni elettorali interni al Partito conservatore, è stato eletto leader dei Tories e quindi, per consuetudine e, soprattutto, per via della maggioranza parlamentare odierna, premier britannico. L'ex sindaco di Londra ha potuto contare sul sostegno di buona parte dei suoi colleghi di partito prima e sulla maggioranza dei voti degli iscritti poi. L'annuncio è arrivato con un bel po' di ritardo rispetto all'orario segnalato, ma la sostanza non cambia: la storia dell'Unione europea, adesso, può cambiare.La Brexit, peraltro nella sua versione hard, è imminente? Quasi. Perché il primo problema del leader populista è verificare la tenuta della sua formazione politica di riferimento. Si parla già di sei deputati disposti a fare armi e bagagli in direzione Lib-Dem pur di mettere i bastoni tra le ruote all'uomo che vuole il Regno Unito fuori dalla Ue entro il 31 ottobre. Solo nel caso in cui la maggioranza che oggi regge il governo rimanesse tale, l'uscita dagli organi sovranazionali europei non avrebbe bisogno di passare, prima, da un'ennesima verifica elettorale. La parabola di Theresa May, intanto, può dirsi terminata.Ora come ora, è possibile annotare qualche numero: quattro, per esempio, è il quello degli esponenti appartenenti al governo May che hanno già salutato per via della loro contrarietà all'avvento di Boris Johnson. L'ultima, in ordine di tempo, è Anne Milton, che ricopriva il ruolo di vice al dicastero dell'Istruzione, così come riportato dall'Agi. Comunque sia, la vittoria può essere definita schiacciante: stando ai primi conteggi, il prossimo primo ministro in Uk ha trionfato con più di 92mila preferenze a discapito delle sole 46mila ottenute da Jeremy Hunt, che si prepara, con ogni probabilità, a salutare il ministero in cui oggi risiede. Boris Johnson si è comunque congratulato con il suo rivale e con la premier uscente, prima di procedere con due promesse: una sulla Brexit, sulla quale non vuole tergiversare, e una sul prossimo appuntamento elettorale: "Usciamo dalla Ue, uniamo il Paese - ha detto il vincitore, come riportato dall'Adnkronos - e battiamo Corbyn". >>

 Le critiche a Meghan Markle? "Tutta colpa della stampa britannica" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 12:53:03 PM
Fin dal primo momento in cui Meghan Markle è stata presentata come la fidanzata del Principe Harry, in molti hanno criticato il suo stile e il suo modo di porsi con i sudditi. È stata presa di mira per ogni cosa: dal sorriso che riservava ai fotografi fino all'abito indossato per l'evento ufficiale. Le critiche sono continuate anche dopo il matrimonio regale e continuano tutt'oggi. Ma come è stato riportato da Grazia, ci sarebbe un motivo di tutto questo accanimento nei riguardi di Meghan Markle.Lo spiega Juliet Rieden, una delle esperte della corte inglese, che di recente ha riflettuto su tutto quello che è accaduto negli ultimi periodi alla neo-duchessa di Sussex. "Le critiche non sono personali, ma piuttosto influenzate dal suo arrivo a corte - afferma l'esperta -. Ecco perché ogni volta che Meghan parla, dice, o fa qualcosa viene criticata".Il vero problema della Markle sarebbe quindi soltanto quello di essere sposata con il principe Harry. E le voci che sono state messe in giro sul suo conto, sarebbero frutto di indiscrezioni trapelate dai giornali inglese senza nessuna fonte attendibile. "Sì, la colpa è proprio della stampa britannica. L'ultima arriva nella Royal Family per i giornalisti è una fonte di news e indiscrezioni - continua-. È completamente ingiusto. In pratica la duchessa non ha tregua e non ha la possibilità di rispondere alle critiche".L'esperta ricorda però che, come sta accadendo per Meghan Markle, a suo tempo anche Kate Middleton ha subito le stesse identiche critiche. >>

 Cruciani, l'annuncio choc: "La Zanzara chiude..." >>
Inserita il 23 Jul, 2019 12:51:42 PM
La Zanzara, addio. Forse. Un criptico Giuseppe Cruciani, infatti, ha dichiarato: "Penso che l'anno prossimo sarà l'ultimo. In un anno può succedere di tutto ma io ho sempre agito d'istinto e la sensazione attuale è che quella che comincerà il 2 settembre sarà l'ultima stagione".Intervistato da TvBlog, il conduttore della fortunata trasmissione di Radio24 (affiancato da David Parenzo) ha sganciato la bomba, lasciando intendere la (concreta) possibilità che la "sua" Zanzara non ronzerà più. Anche se, dice, "il format non è esaurito, si può rinnovare. Il discorso ha a che fare con la fatica quotidiana nel costruire sempre qualcosa di nuovo e originale". Insomma, è stanco."A Radio24 godo della massima libertà, credo sia l'unico posto dove questa sia garantita al massimo. Capita di avere qualche problema per il linguaggio o i contenuti, qualcuno si lamenta, ma li reputo problemi minori. Raramente ho visto un posto come Radio24, c'è grande pluralità di sensibilità e opinioni", sottolinea il giornalista, che spiega uno dei motivi principali della scelta, la stanchezza: "Una volta il sabato e la domenica (giorni in cui La Zanzara non va in onda, ndr) rappresentavano una pena. Adesso comincio a desiderare l'arrivo del venerdì sera. Forse, ripeto forse, è il momento di interrompere...". >>

 Ivan e Sonia in crisi? Ora parla Gonzalez, ma qualcosa non torna >>
Inserita il 23 Jul, 2019 12:45:09 PM
Continua a tenere banco il gossip attorno a Ivan Gonzalez e Sonia Pattarino. Nelle scorse ore si è diffusa la voce di una forte crisi di coppia. Qualcuno ha addirittura parlato di rottura. Gli ultimi post delll'ex corteggiatrice su Instagram, di fatto né smentendo né confermando lo spiffero. Semplicemente dice di vivere un periodo non facile. Ha poi rotto il silenzio l'ex tronista, fornendo una versione diversa rispetto a quella della fidanzata: lo spagnolo infatti ha smentito la rottura e qualsivoglia sussurro che vedrebbe la sua relazione sentimentale in bilico.Ivan: "Non è vero che ho lasciato Sonia"Ivan e Sonia sono in crisi. O forse no. La confusione nasce dalle parole che dicono i protagonisti. Ivan infatti afferma che tra i due va tutto bene: "Allora innanzitutto non volevo fare questo video perché mi sembrava assurdo fare un filmato. Per che cosa? In realtà non è successo nulla. Io non ho lasciato Sonia, non ho lasciato nessuno. Non so che dire. Mi hanno taggato in tante foto dicendo delle caz..te. Ciao".Pare sia di altro avviso Sonia, che preferisce stare in silenzio e non esprimere giudizi sulla loro situazione: "Ci sono persone che non riescono a capire che ci sono dei periodi della vita in cui accadono cose che non ti fanno star bene e non per questo devi raccontarle subito. Ti puoi prendere del tempo... Se non do delle conferme è perché non mi va, non perché mi sono montata la testa". >>

 Milano, la Stazione Centrale come il "terzo mondo" tra bivacchi, degrado e spaccio >>
Inserita il 23 Jul, 2019 12:22:45 PM
Sono (ri)tornati numerosi i bivacchi in Stazione Centrale a Milano. La zona adiacente al principale scalo ferroviario meneghino è tornato a essere presa d'assalto da migranti e disperati, che si accampano nei giardini attigui, aumentando il degrado di una fetta di città già problematica, in cui lo spaccio e la criminalità proliferano.Nei giorni scorsi, ilgiornale.it era stato sul campo, trovando una situazione al limite da piazza Duca d'Aosta fino a viale Vittorio Veneto e scovando appunto gli accampamenti improvvisati di decine di persone. Oggi, a due settimane di distanza, la situazione non è migliorata e, anzi, è forse anche peggiorata."Lo stato di piazza Duca d'Aosta non è degno di una città che si professa internazionale come Milano, ma semmai di qualche paese del terzo mondo. Di prima mattina ci sono decine e decine di africani stesi a terra in ogni angolo a dormire. La mela del Pistoletto è il luogo preferito dagli extracomunitari per passare la notte, ma anche le aiuole e le grate della metropolitana sono prese d'assalto. Anche la vicina piazza Luigi di Savoia è assediata da decine di immigrati e sbandati di ogni etnia, così come il lato di via Ferrante Aporti vicino al Memoriale della Shoah. Passeggiando da queste parti non sembra nemmeno di essere a Milano, ma in qualche villaggio africano. È questo il tanto decantato modello Milano che la sinistra non si stanca mai di presentare come fiore all'occhiello dell'accoglienza?", è la denuncia e l'affondo di Silvia Sardone, consigliere comunale ed europarlamentare della Lega, che punta il dito contro l'amministrazione Sala.[[video 1723534]]Dunque, l'esponente del Carroccio attacca ancora: "Nella zona della stazione Centrale, che dovrebbe essere un bel biglietto da visita per i turisti che arrivano a Milano, ogni norma di buongusto e decoro è sospesa: si trovano immigrati che urinano sulle piante, che si lavano nelle fontanelle, che si ubriacano e che spacciano. Le aiuole sul lato del McDonald's sono letteralmente occupate da gruppi di africani che bivaccano dalla mattina alla sera, mentre le aiuole recentemente riqualificate verso via Vittor Pisani sono la centrale dello spaccio a cielo aperto. Finalmente ieri la giunta comunale si è decisa a parlare di daspo urbano: anche se non sarei molto sorpresa se l'ideologia tipica della sinistra venisse ancora anteposta alla sicurezza dei cittadini e dei turisti nella zona della stazione".[[gallery 1730737]] >>

 Cantone lascia l'Anac: "Torno a fare il magistrato" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 12:11:11 PM
Dopo oltre cinque anni alla presidenza, Raffaele Cantone lascia l'Anac. Lo ha annunciato lui stesso in una lettera sul sito dell'Autorità Nazionale Anticorruzione. "Ho ritenuto fin dall'inizio il mandato di Presidente dell'Autorità una parentesi, per quanto prestigiosa ed entusiasmante - si legge nel testo -. Sento che il ciclo si è definitivamente concluso, anche per il manifestarsi di un diverso approccio culturale nei confronti dell'Anac e del suo ruolo".Cantone ha spiegato inoltre di aver fatto richiesta per rientrare in magistratura, "che ho sempre considerato la mia casa". La magistratura vive una fase "difficile", che "mi impedisce di restare spettatore passivo. È una decisione meditata e sofferta" ma "credo sia giusto rientrare in ruolo in un momento così difficile per la vita della magistratura", ha spiegato."Tornerò all'Ufficio del massimario presso la Cassazione", ha annunciato nella lettera, in cui ricorda come nei mesi scorsi avesse già presentato al Csm la candidatura per un incarico direttivo in tre uffici giudiziari. Stamattina, "con alcuni mesi di anticipo, ho avanzato formale richiesta di rientrare nei ruoli della magistratura: un atto che implica la conclusione del mio mandato di Presidente dell'Anac, che diverrà effettiva appena l'istanza sarà ratificata dal plenum del Csm".Cantone è alla guida dell'Anac dal 2014. Oggi l'Autorità "rappresenta un patrimonio - ha dichiarato -. Il nostro Paese ha compiuto grandi passi avanti nel campo della prevenzione della corruzione, tanto da essere divenuta un modello di riferimento all'estero"."Naturalmente - ha concluso Raffaele Cantone - la corruzione è tutt'altro che debellata ma sarebbe ingeneroso non prendere atto dei progressi, evidenziati anche dagli innumerevoli e nient'affatto scontati riconoscimenti ricevuti in questi anni dalle organizzazioni internazionali. So di lasciare l'Autorità in buone mani, mi auguro in ogni caso che nei tempi tecnici necessari a formalizzare il rientro in magistratura sarà possibile procedere alla nomina del mio successore". >>

 Scosse elettriche al cane ogni volta che abbaiava, denunciato il proprietario >>
Inserita il 23 Jul, 2019 12:05:11 PM
Puniva il suo cane ogni volta che abbaiava. Il collare lo colpiva con una scarica elettrica quando l'animale faceva rumore e per un èpagneul breton di otto anni quella era diventata una tortura quotidiana. Ad accorgersi del suo disagio è stato un vicino di casa, che ha segnalato subito alla polizia locale di Nichelino, in provincia di Torino, il comportamento del dirimpettaio.Così, secondo quanto riportato da Repubblica, gli uomini del comandante Luigi Grasso sono andati a controllare l'abitazione dell'uomo e lo stato dell'animale e, dopo alcuni appostamenti, hanno capito che il cane indossava davvero un collare elettrico, che si attivava al suo abbaiare. Il proprietario del segugio è stato denunciato per maltrattamenti di anlimali e l'oggetto è stato sequestrato dalla polizia municipale. Lo sturmento aveva ferito il cane sul collo, bruciando tutto il pelo in corrispondenza degli elettrodi che scaricavano la corrente.L'acquisto del collare elettrico non risulta una pratica illegale, tuttavia non può essere utilizzato sui cani. Perché, secondo quanto stabilito da alcune sentenze, l'oggetto produce sugli animali domestici ansia, depressione, paura e un forte stato di aggressività. >>

 Ex Inter, Vieri-Recoba show: "Chino, io ero più figo di te" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 11:47:37 AM
Christian Vieri e Alvaro Recoba hanno giocato insieme per sei anni all'Inter con fortune alterne dato che hanno segnato tanto, soprattutto Bobo, ma hanno raccolto poco in termini di vittorie. L'ex centravanti di Juventus e Atletico Madrid ha vinto una sola Coppa Italia ma ha realizzato la bellezza di 123 reti in 190 presenze complessive. Recoba, invece, ha segnato 72 reti in 261 gettoni complessivi ma ha vinto due Scudetti, due Coppe Italia, due Supercoppe Italiane, tutto dopo Calciopoli, e una Coppa Uefa ai tempi di Simoni e Ronaldo nel 1997-98, anno dello scudetto "avvelenato" e vinto poi dalla Juventus.A distanza di quattordici anni dall'ultima partita giocata insieme i due si sono concessi ai microfoni di gazzetta.it ed hanno scherzato ricordando il passato all'Inter:"Ero figo Chino, perché le donne in quel momento volevano il capello lungo e io glielo davo...". Recoba ha poi raccontato un aneddoto: "Torno dalla nazionale, era giovedì e c'era Hector Cuper come allenatore che mi aveva detto che non sapeva se potevo giocare perché potevo essere stanco. Io gli dissi che stavo bene ma giocai solo 20' ma ricordo che feci un grande assist a Bobone che era lì che aspettava il pallone". Vieri conferma: "Io in quella partita ero inguardabile nonostante il gol e infatti ho preso 4. Diciamo che io ero più figo del Chino ma nessuno mi ha fatto segnare quanto lui". >>

 Arrestato il sindaco di Apricena: "Gare di appalto truccate" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 11:34:11 AM
Il sindaco di Apricena, esponente della Lega, è tra e persone arrestate nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Foggia su presunte irregolarità nell'assegnazione delle gare di appalto.Oltre al primo cittadino Antonio Potenza, gli altri due arrestati sono un imprenditore e un amministratore pubblico, agli arresti domiciliari. Ma l'ordinanza cautelare interessa altre dodici persone, tra pubblici ufficiali e professionisti, sottoposti a misure di natura interdittiva.Il sindaco leghista è al suo secondo mandato e, secondo l'accusa, avrebbe favorito imprenditori amici, agevolandoli nell'aggiudicazione delle commesse pubbliche.L'operazione "Madrepietra" della Guardia di Finanza è scattata in seguito a una denuncia su un irregolarità nelle gare d'appalto nelle quali sarebbe stato favorito, appunto, un imprenditore molto vicino al sindaco del Carroccio. Nel corso delle indagini, gli inquirenti avrebbero accertati anche reati di natura fiscale, fatturazione per operazioni inesistenti, false dichiarazioni di redditi.Le Fiamme Gialle, inoltre, avrebbero anche accertato un episodio di concussione. >>

 Sciopero dei trasporti, Toninelli: "Rinviatelo". Ma sindacati si oppongono >>
Inserita il 23 Jul, 2019 11:19:59 AM
Rinviare lo sciopero indetto per il 24 e il 26 luglio. È quanto richiesto dal ministro dei trasporti e delle infrastrutture, Danilo Toninelli, ai sindacati. In seguito all'attentato sulla linea dell'alta velocità vicino Firenze che ha provocato forti disagi, il ministro ha chiesto di sospendere le proteste e ha proposto l'avvio di un confronto strutturato su regole e contratti di lavoro.Anche il Codacons appoggia Toninelli. "I sindacati devono obbligatoriamente sospendere lo sciopero. Se non lo faranno, si renderanno protagonisti di una violazione alla libertà di movimento dei cittadini riconosciuta dalla Costituzione e, pertanto, saranno inevitabilmente denunciati in Procura per violenza privata e interruzione di pubblico servizio", si legge in una nota.Ma i sindacati puntano i piedi. "Non ci sono le condizioni per revocare né rinviare lo sciopero dei trasporti", hanno fatto sapere. "Lei ci chiama alla responsabilità a 12 ore dallo sciopero: abbiamo avviato una macchina complessa, se rinviamo aumenta il caos", ha risposto Salvatore Pellecchia, segretario generale Fit Cisl.Il 24 e il 26 saranno quindi giorni di forti disagi per chi parte per le vacanze e per chi si muove in città. In particolare, mercoledì 24 luglio tutti i trasporti pubblici saranno fermi (restano comunque le fasce di garanzia con modalità locali), mentre per venerdì 26 è prevista la sospensione del trasporto aereo per 4 ore (24 ore per Alitalia).Lo sciopero nazionale è stato proclamato unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per chiedere al Governo di avviare un confronto a 360 gradi sul settore dei trasporti. >>

 Il 5 Stelle Di Stefano ancora contro Salvini: "Deve lavorare di più?" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 11:01:01 AM
"Matteo Salvini dovrebbe parlare molto meno e lavorare molto di più", così Manlio Di Stefano attacca - ancora una volta - il ministro dell'Interno. Ospite del salotto televisivo di Agorà Estate, su Rai Tre, il sottosegretario agli Affari Esteri del Movimento 5 Stelle critica la decisione del titolare del Viminale di disertare il summit d'emergenza convocato a Parigi dal governo francese per parlare di immigrazione, Libia e sbarchi."Per me un ministro che non va ai consigli europei specifici della propria materia non fa gli interessi del Paese", è a tal proposito, il giudizio dell'esponente pentastellato, che comunque ammette come il leader della Lega stia facendo anche delle buone cose al dicastero di sua competenza.Dunque, il 5 stelle incensa il ruolo e l'operato del premier Giuseppe Conte in Ue: "È il nostro frontman e sta facendo un ottimo lavoro di mediazione in Europa con Macron e Merkel...". Infine, Di Stefano boccia in toto il Tav, nonostante proprio il sedicente avvocato del popolo, inquilino di Palazzo Chigi, si sarebbe convinto dell'utilità della grande opera: "È solo una grande mangiatoia. Non è strategica e darebbe benefici solo alla Francia. Puntiamo alla riforma e revisione di quest'opera...". >>

 Nella cella di El Chapo: "Qui non sento il mio nome" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 10:56:57 AM
Da Supermax nessuno è mai evaso. 400 detenuti sono rinchiusi in celle singole con pareti insonorizzate, da dove escono solo per un'ora al giorno. Tra loro c'è anche Joaquín Guzmán, El Chapo.Condannato all'ergastolo, reso più duro da altri 30 anni supplementari, il re del narcotraffico è arrivato in gran segreto nel penitenziario del Colorado. Alle 3.37 del giorno seguente la lettura della sentenza, un jet impiegato per i viaggi dei prigionieri è partito dall'aeroporto di La Guardia. Dopo più di tre ore, come spiega il Corriere, il velivolo è atterrato in Colorado, a circa 40 miglia dalla super prigione.El Chapo è entrato all'ADX Florence Supermax in tarda mattinata. Ad attenderlo, la cella di 2 metri per 4, con un piccolo water, un lavandino e una branda in cemento. Sopra al letto una finestra grande 10 centimetri per far entrare la luce. Dopo essere evaso due volte dal carcere in Messico, questa volta per El Chapo sarà impossibile fuggire.Il carcere è stato inaugurato nel 1994 con un solo scopo: ospitare "the worst of the worst", i peggiori di tutti. I prigionieri sono infatti terroristi, jihadisti, capi-gang e boss del narcotraffico."Mi mandano in un luogo dove non sarà possibile neppure sentire il mio nome. Non c'è giustizia", aveva protestato El Chapo. Qui è sorvegliato costantemente. Sono in molti infatti a volerlo morto: da chi teme che possa collaborare, ai suoi ex complici.Nel frattempo, dopo la condanna del signore della droga, la guerra per la successione si è fatta ancora più violenta. >>

 Affetto da encefalopatia si laurea con 110 e lode alla Parthenope >>
Inserita il 23 Jul, 2019 10:33:01 AM
Una sfida vinta grazie all'amore e alla forza di volontà. Anthony La Marca, 23 anni, è affetto da encefalopatia ed è muto dalla nascita, ma ciò non gli ha impedito di conseguire la laurea, con il voto di 110 e lode, all'Università Parthenope di Napoli.Il giovane si è laureato in Management pubblico alla facoltà di Giurisprudenza, con una tesi in Teoria e storia delle istituzioni dal titolo: "Innovazione didattica e progetti inclusivi nell'Università italiana. Il caso dell'Università Parthenope".Non potendo discutere la tesi in prima persona Anthony si è affidato al dottore di ricerca Antonio Tanzillo, che gli ha prestato la voce durante la discussione con la commissione d'esame. Grande emozione nell'aula universitaria, dove erano presenti anche i genitori del giovane."Grazie a tutti voi che ci avete accompagnato e che avete creduto in questa sfida - ha detto Anna Lauri, mamma di Anthony, rivolgendosi alla commissione d'esame - e grazie per essere stati capaci di accogliere Anthony senza avere paura della sua diversità". >>

 Amanda Knox lancia una raccolta fondi per sposarsi: "Sono senza soldi" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 9:44:42 AM
"Abbiamo speso tutto per tornare in Italia". E ora Amanda Knox e il suo fidanzato Christopher Robinson non hanno più soldi per il loro matrimonio. Così la coppia ha deciso di lanciare una raccolta fondi.Lo riporta il New York Daily News, precisando che, nella pagina creata ad hoc, la coppia chiede fino a 10mila dollari per organizzare la "festa migliore di sempre per la nostra famiglia e i nostri amici"."Non ci aspettavamo di pianificare il matrimonio e il primo viaggio di ritorno in Italia di Amanda allo stesso tempo. Ma quando l'Italy Innocence Project ha invitato Amanda non potevamo lasciarci sfuggire l'occasione. Abbiamo speso i nostri fondi per il matrimonio in questo viaggio importante", hanno dichiarato i due nella pagina di raccolta fondi come spiega TgCom24.A quattro anni dall'assoluzione per l'omicidio della studentessa inglese Meredith Kecher, la 31enne americana è tornata in Italia lo scorso giugno. Amanda Knox è stata infatti ospite al Festival della giustizia penale di Modena non senza scatenare diverse polemiche. >>

 Migranti, l'accusa choc a Parigi: "La polizia francese è razzista" >>
Inserita il 23 Jul, 2019 8:11:53 AM
"Quando la polizia francese ha capito che sono algerino ha iniziato a insultarmi in arabo". Hamid è un migrante, uno dei tanti che incontriamo a metà del ponte che divide la Francia dal Belpaese. È stato fermato sul treno che da Ventimiglia porta a Mentone e costretto dopo mezz'ora a tornare da dove era venuto. In Italia. I gendarmi hanno solo dato un'occhiata ai documenti, hanno compilato in pochi minuti un foglio per il respingimento e poi l'hanno invitato a ripassare il confine nel minor tempo possibile. Le richieste di Hamid sono state stroncate da insulti: "Mi hanno detto 'Fuck your mother'. Sono dei razzisti".Le parole del giovane migrante aprono un'altra crepa nel castello buonista di Macron. Sono il racconto di una Francia "razzista" alla frontiera ma che predica le porte aperte a Parigi. Che immagina il Belpaese come porto sicuro d'Europa. Che dall'Eliseo invia bordate contro le politiche di Salvini ("comportamento inaccettabile", ebbe a dire la portavoce del governo) e poi a Ventimiglia usa il pugno duro. Se non di ferro. Una Francia che premia la capitana della Sea Watch 3, Carola Rackete, che finanzia le Ong in rotta verso le coste della Libia e poi barrica i confini terrestri con l'Italia. Un comportamento quantomeno ambiguo.[[video 1730417]]La ditta Macron&co, che nell'ultimo anno ha respinto ben 18.125 migranti, è infatti accusata non solo di rinchiuderli nei container senza cibo né acqua o di falsificare i documenti per la riammissione in Italia. Ma anche di mettere in atto pratiche poco rispettose e al limite del "razzismo", in particolare durante le procedure di pattugliamento alla prima stazione dopo la frontiera. "I passeggeri vengono suddivisi e selezionati in base a segni 'esterni', come colore della pelle, 'odore', abbigliamento - si legge sul rapporto dell'associazione Anafè - Si tratta di logiche discriminatorie e di pratiche di controllo sulla base dell'apparenza". Dalle testimonianze raccolte emerge il particolare modus operandi dei gendarmi a Mentone: "Chiedono i documenti soltanto a persone con tratti fisici che possano far pensare che siano originari dei paesi africani o del medio oriente".Interrogata dalla Commissione Nazionale dei Diritti dell'Uomo, la polizia di frontiera ha dichiarato di controllare sempre tutti i passeggeri del treno. Tuttavia, membri delle associazioni che operano al confine e che ogni giorno diventano testimoni oculari del blocco frontaliero antimmigrati, giurano di non essere mai stati sottoposti a tali verifiche.[[video 1729354]]In questa ricerca dell'immigrato, i francesi a volte inciampano in clamorosi errori. A pagarne le conseguenze sono persone in regola con la legge e con la sola sfortuna di sembrare migranti. Tra loro anche Daren. Lo incontriamo una mattina a Ponte San Luigi mentre cammina, a passo svelto, verso la polizia di frontiera italiana. "Mi hanno fatto dormire là dentro - ci spiega indicando il bunker - mi hanno preso sul treno, ma io non volevo andare in Francia. Vivo a Ventimiglia con la mia famiglia stavo solo andando a fare un concerto. Sono un cantante". Daren ha provato a spiegare le sue ragioni alla polizia francese, ma non è >>

 Terna, sistema elettrico in tempo reale con il Transparency Report >>
Inserita il 22 Jul, 2019 8:09:00 AM
Con Terna, i dati dell'energia elettrica diventano disponibili in tempo reale grazie al Transparency Report. Si chiama così il nuovo strumento realizzato dal gestore della rete elettrica nazionale, il quale permette di consultare e scaricare tutti i dati del sistema elettrico italiano costantemente aggiornati.Transparency Report: i dati sul sistema elettrico italianoAttraverso l'acquisizione, misure e stime dei dati elettrici, il Transparency Report consente agli addetti ai lavori, così come studenti, consumatori e analisti di avere a disposizione una panoramica completa e aggiornata della richiesta di elettricità in Italia. Rapporti dettagliati sul consumo e sulla generazione elettrica sul territorio nazionale, come distribuzione dei picchi di maggior richiesta durante la giornata e suddivisione della generazione per fonte di produzione, si integrano con un altro importante dataset, relativo ai flussi di importazione ed esportazione all'estero.Per il nuovo strumento di Terna sono state utilizzate le più recenti tecniche di data visualization e una dashboard per un aggiornamento a colpo d'occhio sui contenuti più rilevanti e sulle notizie elettriche più recenti. Il download center, area dedicata ad analisti e operatori elettrici, dà la possibilità di scaricare i dati storici degli ultimi cinque anni. Utilizzando le mappe interattive è invece possibile visualizzare rapidamente i flussi energetici tra zone di mercato interne al territorio italiano e con l'estero.Terna: sempre più trasparenza nella divulgazione dei datiLa nuova piattaforma, integrata nella rete dei gestori europei Entso-e, è un prezioso fiore all'occhiello per Terna. Con il download delle informazioni in formato Excel e il confronto dei dati rispetto a intervalli di tempo selezionabili dall'utente, il Transparency Report supera quelli di paesi come Svezia, Francia e Regno Unito.Terna compie un importante passo avanti verso una maggiore trasparenza e divulgazione dei dati. Prosegue così il percorso che nell'ultimo anno aveva già visto la realizzazione di progetti di datasharing su dati consolidati.Il ricco patrimonio di dati raccolti e condivisi da Terna si dimostra un ottimo strumento per mostrare i progressi dell'Italia nella transizione energetica verso la decarbonizzazione. Diventa dunque sempre più evidente l'impegno nella produzione di energia che mira a diventare sempre più sostenibile, nell'ottica degli obiettivi internazionali di lotta al cambiamento climatico. >>

 Stefano non si contiene e morde il lato b di Belen >>
Inserita il 21 Jul, 2019 12:42:56 PM
Dopo il tanto atteso riavvicinamento, Belen Rodriguez e Stefano De Martino si stanno godendo una vacanza super romantica, condividendo con i follower ogni istante della loro estate piena d'amore, di sorrisi e di spensieratezza.Una complicità che la coppia ha ritrovato insieme, oggi più affiatata che mai. A dimostrarlo, ancora una volta, dopo i numerosi video e scatti bollenti degli ultimi giorni, è quanto condiviso ieri dalla sexy showgirl tra le sue storie di Instagram. Nel video in questione, Belen inquadra Stefano mentre si rilassano insieme con lo sfondo del tramonto sul ponte della barca che i due hanno voluto dedicare al piccolo Santiago. Il ballerino non perde occasione per coccolare e riempire di attenzioni la sua dolce metà, seminando un po' di invidia e altrettanto apprezzamento tra i fan che li seguono sui social. Così, mentre abbraccia il lato b di Belen, ne approfitta per dare un tenero morso sul fondoschiena, alzando in un batter d'occhio la temperatura su Instagram.[[fotonocrop 1729817]]Insomma, un gesto che ha fatto sorridere, come per dire: "Adesso ti mangio!". Ma la domanda più frequente tra i follower della coppia è sempre la stessa: cosa ci sarà da aspettarsi dal ritorno di fiamma e in che direzione andrà la loro storia?Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it? >>

 Ilary Blasi è sexy in costume leopardato a Ibiza >>
Inserita il 21 Jul, 2019 11:06:37 AM
Dopo averla vista fare acquisti da un vucumprà sulla spiaggia, fare la lavatrice e andare al mercato in bici - insomma, una casalinga al 100% - Ilary Blasi è tornata su Instagram come tutti noi la conosciamo: semplicemente impeccabile.In questi giorni, infatti, la moglie dell'ex Capitano della Roma si trova in vacanza a Ibiza, come possiamo vedere da alcuni scatti che lei stessa ha condiviso sul suo profilo Instagram. In uno degli ultimi, la bella conduttrice romana si mostra in una mise leopardata super sexy con costume e kimono perfettamente abbinati. Una posa scultorea, che lascia vedere le forme perfette della conduttrice Mediaset. Un corpo, da far invidia a chiunque. Visualizza questo post su Instagram Summer vibesUn post condiviso da Ilary Blasi (@ilaryblasi) in data: 25 Giu 2019 alle ore 8:34 PDT Lo scatto ha fatto impazzire i fan che hanno commentato: "Tre figli, 38 anni e un fisico spaziale", "Madre natura", "Bellissima Ilary".Non mancano, ovviamente, anche i paragoni con le altre donne del mondo dello spettacolo. Donne che fanno a gara tra loro per bravura, ma soprattutto per la loro innata bellezza. Un follower, infatti, commenta: "La sobrietà. Stupenda, bellissima perfetta... Diletta Leotta, chi?". Un altro scrive: "Somigli a Lauren German, belle entrambe". E così via dicendo, fin quando un fan mette fine al dibattito con tanto di numerosi like a sostegno: "Nessuno mai come lei".Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it? >>

 Lady Diana, un bambino di 4 anni afferma di essere la sua reincarnazione >>
Inserita il 18 Jul, 2019 3:04:42 PM
Billy ha 4 anni e sostiene che nella vita precedente è stato una principessa. Si tratta un bambino americano che sostiene di essere la reincarnazione della Principessa Diana, morta in un incidente stradale il 31 agosto 1997.La storia del piccolo Billy sta facendo il giro di tutto il mondo e ora arrivano anche le "prove" di quello che sostiene. Insieme al padre David Campbell e alla madre Lisa, Billy si è sottoposto a una serie di test per verificare quanto conosca effettivamente della vita di Lady D. Il padre, durante alcuni test, gli ha mostrato le foto di alcuni castelli e gli ha chiesto quale fosse quello di Balmoral: senza esitare il piccolo ha indicato quello giusto, la residenza preferita di Diana Spencer durante le vacanze estive.Il piccolo, inoltre, avrebbe riferito ai suoi genitori che alcuni spiriti sarebbero andati a fargli visita ogni notte per poi riportarlo a casa il mattino seguente:"Tutto è iniziato quando qualcuno ha dato a mia moglie Lisa una cartolina di Lady D. Billy, che all'epoca aveva due anni, la indicò e disse: 'Guarda, sono io quando ero una principessa'". Successivamente, i genitori, rimasero di sasso quando il figlio cominciò a parlare nei minimi dettagli della vita di corte.Uno dei test che ha scioccato di più la famiglia riguarda una domanda precisa fatta dal padre al figlio: "Chi altro c'era nella tua famiglia quando eri una principessa?" E lui ha risposto: "Ho fratelli e sorelle, un fratello che si chiama John". Il dettaglio di John ha fatto rimanere di stucco i coniugi Campbell, poiché questo morì nel 1960, prima che Diana nascesse. Come potrebbe un bambino di quattro anni sapere questa cosa senza che nessuno gliene abbia mai parlato? Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it? >>

 "Voglio dare al pubblico tutto me stesso". Ancora un altro successo per i Thegiornalisti >>
Inserita il 18 Jul, 2019 1:18:26 PM
Sono primi in classifica con il brano "Maradona y Pelè" e il video su Youtube ha superato le 7 milioni di visualizzazioni. È un momento d'oro per la band dei Thegiornalisti, guidati dal carisma e dalla bravura del loro leader Tommaso Paradiso. Il frontman, 36 anni, si rivela in un'intervista a Grazia, in cui racconta la sua vita, ora che è baciata dal ritmo del successo."Corro, faccio box, vado in palestra. Lo sport mi aiuta anche a essere una persona migliore. Sul palco mi muovo molto, voglio dare al pubblico tutto me stesso", dice. Con 5 album all'attivo e collaborazioni di grande successo, i Thegiornalisti sono ancora esterrefatti per tutto quello che sta accadendo alle loro vite. "Ora mi preparo al grande concerto del 7 settembre al Circo Massimo di Roma- afferma Paradiso -. Esperti sostengono che dietro alcune canzoni estive ci siano dei riferimenti alla droga. Lo dicono da sempre, mi diverte. Perché significa che il testo ha fatto il suo dovere e ognuno da l'interpretazione che vuole".E sul suo rapporto con il successo ha le idee ben chiare. "La mia vita non è cambiata, non più di quanto si crede - confessa - Amo le cose semplici, le cene con gli amici, un giro col cane, un bicchiere di vino, suonare il pianoforte a casa, una mini-vacanza con la mia fidanzata". Rivela inoltre che ha già scelto il nome per la figlia, anche se con la fidanzata Carolina, ancora non hanno fatto la scelta di mettere su famiglia. "Annalia - conclude -. Annalia è un nome che mi piace. Se un giorno avrò una figlia la chiamo così". >>

 "Smettete di seguirmi". Madonna sbotta contro gli hater di instagram >>
Inserita il 15 Jul, 2019 12:56:53 PM
Per Madonna non è un periodo sereno. Dopo la pubblicazione del suo nuovo album, già aspramente criticato dai fan storici della pop star, la regina degli scandali deve prendere una posizione anche nei riguardi dei suoi follower. Ultimamente sta ricevendo commenti non pochi lusinghieri sul suo profilo Instagram e, in risposta a un video che è stato pubblicato di recente, sbotta pesantemente contro gli hater e i leoni da tastiera.Tutto è avvenuto troppo in fretta dopo la condivisione di un video dal backstage del "Madame X Tour". Madonna è stata ripresa mentre provava, con scarsi risultati, una delle coreografie che presenterà durante i suoi concerti. Il post ha racimolato più di 374mila like, ma ha ricevuto anche diverse critiche. In molti hanno attaccato la cantante per l'età, per l'aspetto fisico, per la musica e per la poca importanza che da tempo riveste nel panorama musicale di oggi. Madonna però non è stata in silenzio e, modificando la didascalia del post, risponde alle accuse."Madame X è una professoressa di storia. La polizia di Instagram è conosciuta anche come 'bigotti e misogini potete andate a quel paese.' La vostra paura di ciò che rappresento è palpabile e il fatto che voi mi seguiate e vi prendete del tempo per fare questi commenti è un segnale della vostra stupidità, ignoranza e intolleranza verso tutto ciò che è diverso - scrive Madonna -. Se non sono rilevante allora dimostratelo. Smettetela di seguirmi". Non è la prima volta che Madonna si scaglia contro il mondo dei social. Diverso tempo in un'intervista aveva bollato Instagram come un mondo costruito per far del male alla gente. Visualizza questo post su Instagram Madame is a history professor.......................... #madamex #rehearsals PS. IG police other wise known. as women hating Misogynistic. bigots can F**k off!!!!! Your fear of what I represent is palpable and the fact that you follow me and. Take the time to make remarks is an advertisement for your stupidity -ignorance and intolerance for that which is different. if i am not relevant then prove it. Stop following me. Lol.Un post condiviso da Madonna (@madonna) in data: 12 Lug 2019 alle ore 6:45 PDT >>

 Elena Morali si svela: verità su Colorado e crisi con Scintilla >>
Inserita il 14 Jul, 2019 2:31:57 PM
Fino a qualche giorno fa non si parlava d'altro. Numerose pagine di gossip e non solo, annunciavano l'esclusione di Elena Morali da Colorado, il programma che l'ha resa celebre. Insomma tra amore e lavoro per la bella ventinovenne questo sembra essere un periodo un po' troppo movimentato. Sembra, ma la verità è un'altra. Si, perché proprio lei ha deciso di parlare e di raccontare qual è la realtà dei fatti. Esclusa da Colorado? Amore finito con Scintilla? Macché, semmai è tutto il contrario. Per ora, Elena non ha rilasciato nessuna intervista per nessun giornale ma ha voluto rispondere direttamente alle domande dei suoi fan. Ovviamente tramite i social, su instagram, attraverso uno dei tanti "ask me" che ormai tutti i personaggi famosi ogni tanto fanno.Elena Morali svela: "Sarò ancora a Colorado"Naturalmente, tra mille complimenti sulla sua bellezza e gentilezza sono spuntate anche delle domande proprio su Colorado e sulla sua relazione con Scintilla: "Che cosa è successo con Colorado?". Un pò tutti le hanno posto questa domanda. A questo gettonatissimo quesito, Elena ha voluto rispondere che a Colorado ci sarà: "Colorado è stato rinnovato perché è andato molto bene. Io ovviamente porterò dei pezzi nuovi da far vedere, ma nessuno ha mai pensato o detto che non lo farò. Credo semplicemente che ogni tanto qualche giornalista si inventi le notizie perché se le sogna di notte. Quindi, ragazzi, state sereni che mi vedrete." Nessuna esclusione dal famoso programma comico di Italia Uno, la Morali anche per l'edizione del 2020 sarà presente facendo la felicità di tutti i suoi fan. >>

 Belen Rodriguez fa impazzire con il suo lato B >>
Inserita il 13 Jul, 2019 9:37:41 PM
Belen Rodriguez, l'amore ti fa davvero bene! Per la showgirl, di origine argentina, la vita procede davvero nel migliore dei modi. Dopo essere stata al centro del gossip in questo autunno, in primavera ha annunciato il ritorno con il suo ex marito, Stefano De Martino. Ovviamente, i fan della coppia sono impazziti di gioia ma, soprattutto i diretti interessati, sono felici di aver riunito la loro famiglia.In particolare per il frutto del loro amore, il piccolo Santiago. Belen Rodriguez si sta dunque godendo questa "prima" estate, dopo il ritorno con Stefano, da mamma e moglie. Ma senza perdere la sua sensualità e l'abitudine di condividere scatti sexy sul suo profilo Instagram.Belen : lato B esplosivoBelen Rodriguez ha deciso di rendere partecipi i suoi followers delle sue giornate di relax con la famiglia. Ha condiviso uno scatto davvero bollente su Instagram, con un succinto bikini e un regalo speciale per i fan. La bella argentina infatti è tornata a mostrare senza freni il suo pazzesco lato B.Nello scatto in questione, Belen è sdraiata in barca. Abbronzatura dorata, gambe da gazzella e capelli bagnati dalla salsedine. Ma sopratutto... lato B in mostra! E che dire, i fan sono stati d'accordo all'unanimità: "Con questa foto hai asfaltato tutta la concorrenza!". Per il web il fondoschiena di Belen non ha rivali! In effetti... Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da (@belenrodriguezreal) in data: 12 Lug 2019 alle ore 11:59 PDT >>

 Taylor Mega ed Erica Piamonte in vacanza insieme? >>
Inserita il 13 Jul, 2019 1:32:33 PM
L'ex gieffina, Erica Piamonte, ha pubblicato su Instagram alcuni indizi che fanno pensare che presto andrà in vacanza con la sua grande amica Taylor Mega. L'ex concorrente del GF ha scritto sui social che tra due giorni partirà con un'altra bionda, circostanza che fa pensare proprio alla famosa influencer. E' noto a tutti, ormai, che tra le due c'è una bellissima amicizia: si sentono spesso e quando possono si incontrano e passano molto tempo insieme. Erica Piamonte e Taylor Mega in vacanza insieme?Nessuna delle due si sarebbe mai aspettata, all'interno della casa del Grande Fratello, di formare una vera amicizia. Eppure è successo e, anzi, i fan le vorrebbero presto insieme come coppia. Tra i fan c'è addirittura chi vorrebbe partecipare al futuro ipotetico matrimonio tra le due. Erica Piamonte, su Instagram, ha scritto che a breve partirà per un posto magnifico con una spiaggia e un mare da sogno: "Vi dico solo una cosa: domani preparo la valigia! Go!" ha scritto sul social.Quanto riguarda gli altri ex concorrenti del GF ci potrebbero essere delle sorprese: Velentina Vignali ha indossato un abito da sposa e molti pensano che si stia preparando per il suo grande giorno. Nella foto pubblicata su Instagram non si capisce molto bene che si tratti di un abito da nozze ma Valentina ha tolto ogni dubbio ponendo l'icona dell'abito nuziale come emoticon. Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it? Visualizza questo post su Instagram CHE SIGNORINA ogni tanto sembro una ragazza fine....! vestitino mare bianco e fluo preso da @chiaragfirenze vi piace???Un post condiviso da Erica Piamonte (@erica_piamonte_official) in data: 10 Lug 2019 alle ore 3:40 PDT >>

 Ludovica Pagani in lingerie: follower in delirio >>
Inserita il 11 Jul, 2019 2:47:40 PM
Ludovica Pagani è sicuramente una delle giovani donne più apprezzate sui social network. La sexy influencer e inviata di "Quelli che il calcio", infatti, è solita postare foto molto provocanti sul suo profilo Instagram che scatenano la fantasia di molti suoi seguaci che ad oggi superano i 2,1 milioni. La bionda 27enne, però, nonostante abbia tanti ammiratori ha anche qualche haters, come spesso capita. Qualche tempo fa, infatti, fu presa di mira dopo una foto pubblicata in compagnia del suo cane, con commenti davvero volgari e di poco gusto: "Qual é la cagna fra voi due", "Il cane e la cagna", "Che bella cagna, e il cane come si chiama?". "Niente di nuovo il cane che bacia la cagna", "Zozza", "Da una parte c'è una cagna e dall'altra Spike".Ludovica con un lungo post su Instagram aveva poi snobbato i suoi haters, dimostrando di avere carattere: "Non accetterò mai nessun luogo comune come quelli della serie 'se mostri il tuo corpo sei una poco di buono' o 'se ti vesti in un certo modo sei una poco di buono'. Tengo anche a dire che sono la prima ad allontanare la volgarità, c'è una bella sottile ma enorme differenza tra essere sensuali ed essere volgari". Nonostante tutto e tutti la Pagani continua la sua grande scalata verso il successo dato che continua ad essere una delle più seguite ed amate sui social. Basti considerare che il suo ultimo scatto in lingerie ha mandato fuori di testa oltre 400.000 follower che hanno invaso di commenti la sua bacheca:[[gallery 1724819]] >>

 Sgarbi difende Balotelli: "Lo scooter in acqua? Un'opera d'arte" >>
Inserita il 11 Jul, 2019 11:51:04 AM
Mario Balotelli fa sempre discutere e la sua bravata del motorino finito in acqua ha scatenato gli utenti sui social network, Matteo Salvini e per ultimo Vittorio Sgarbi, che ha però spezzato una lancia in favore di Supermario. Tutto il caos mediatico è partito da un video postato dall'ex attaccante di Milan ed Inter su Instagram dove si vedere un ragazzo, amico di Balotelli e gestore di un bar vicino Napoli, finire in acqua con il suo scooter per via di una scommessa fatta proprio con il 28enne ex City e Liverpool.Balotelli si è subito difeso ed ha risposto piccato alle accuse subite: "Pensate alle cose serie in Italia". Il vice Premier Matteo Salvini, però, ha usato parole dure per condannare il gesto dell'attaccante attualmente svincolato: "Io lo avrei arrestato. Che immagine diamo dell'Italia nel mondo, se nelle nostre città passa un ricco e viziato giocatore che dice al primo che passa 'ti do 2mila euro se butti il motorino nel mare', e questo lo butta davvero!".In questa querelle, però, anche Vittorio Sgarbi ha voluto dare una sua interpretazione e dare la sua opinione e l'ha fatto attraverso un video pubblicato sulla sua pagina ufficiale di Facebook: "Balotelli ha ragione da vendere e deve essere ricompensato dallo Stato perché ha creato emozione. Lui in quel momento ha manifestato il suo potere nei confronti di un ragazzo napoletano, dunque questo ragazzo nero e ricco ha dato 2.000 euro ad un bianco povero e la scommessa è stata fatta, basta".Sgarbi ha poi chiuso rincarando la dose: "Non c'è istigazione a delinquere, quale sarebbe il delitto? Non c'è inquinamento dato che le acque sono già inquinate. Infine non c'è nessun gioco d'azzardo perché non c'è nessun contratto scritto. Bravo Balotelli, un grande e straordinario giocatore che questa volta ha perso una scommessa ma ha creato emozione. Stato di m... con magistrati incapaci che non sanno fare il loro lavoro e che vogliono mettere alla sbarra un vero eroe". >>

 Anguria, effetto detox per la stagione estiva >>
Inserita il 09 Jul, 2019 11:55:19 AM
In estate l'anguria (o cocomero) regna sovrana sulle nostre tavole e durante gli spuntini fatti in spiaggia.Da gustare in qualsiasi momento della giornata per rinfrescarsi. Grazie al suo bassissimo apporto calorico è un'alleata per chi vuole dimagrire. Le sue calorie sono circa 30 kcal per 100 grammi di polpa, considerando che una fetta di anguria in media arriva tra i 400 e i 500 grammi Il 90 per cento dell'anguria è rappresentato da acqua importante per l idratazione della nostra pelle in questo periodo.Fonte di sali minerali come magnesio e potassio, utili per contrastare la spossatezza e i crampi muscolari. Da non sottovalutare anche il suo ricco apporto di vitamina A, C, B1, B2, B6 e PP.Ecco i principali benefici che ci faranno amare l'anguria in questa stagione calda:- Idrata e protegge la pelle: grazie al licopene che le conferisce il colore rosso, il cocomero contrasta l'invecchiamento cellulare. Mantiene giovane e idratata la pelle;- Combatte l'insonnia: grande stimolatrice di serotonina, ormone del sonno e del benessere. Favorisce il riposo notturno e la qualità del sonno;- Un aiuto naturale contro le malattie cardiache: merito della citrulina, una sostanza che rende questo frutto adatto a prevenire l'ipertensione e le malattie cardiache. Secondo alcuni studi, basterebbe una fetta di anguria al giorno per aiutare il nostro organismo a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue;- Mantenere il peso forma: il consumo di anguria può aiutare a mantenere il peso sotto controllo. Grazie alla grande quantità di acqua presente all'interno non solo disseta ma placa il senso di fame;- Stimola la diuresi, ha effetto detox: grazie alla ricchezza d'acqua, è un frutto che stimola la diuresi e favorisce la disintossicazione del corpo. Inoltre aiuta a contrastare la cellulite;- Fonte di energia: l'anguria è un frutto energetico per eccellenza. Una semplice porzione può aumentare i livelli di energia del 23%. Grazie al magnesio e alla vitamina B6 è un naturale rifornimento di energia per le nostre cellule. >>

 Luna, i rifiuti lasciati dagli astronauti >>
Inserita il 08 Jul, 2019 4:25:35 PM
L'uomo inquina. Ebbene sì, c'è poco da fare. Dovunque andiamo creiamo scarti e rifiuti di vario tipo. Siamo stati "disegnati" così. Ovviamente ciò non è un buon motivo per riempire il nostro Pianeta e l'universo di immondizia, tema peraltro molto caldo in questi giorni. Abbandoniamo per un attimo i problemi terreni relativi a cassonetti e raccolta differenziata e spostiamoci sul nostro satellite, la Luna. I primi uomini vi hanno messo piede ormai 50 anni fa, il 20 luglio 1969, in una missione entrata nella storia. La spedizione, però, ha anche un lato oscuro e maleodorante. Armstrong e Aldrin e gli altri astronauti delle missioni Apollo, esseri umani come tutti noi, si sono lasciati alle spalle cumuli di rifiuti, come ci racconta il sito Business Insider.Insomma non siamo riusciti a tener pulito neanche il suolo lunare, ma non è un caso isolato: di solito capita che i viaggiatori, durante le missioni estreme (sulla Terra o nello spazio), si trovino a dover abbandonare i loro scarti. Così sulla Luna abbiamo lasciato 70 veicoli, 5 bandiere americane, 2 palline da tennis, 12 paia di scarpe, attrezzatura fotografica, zaini, giornali, medaglie, statuette, ma anche altre cose meno edificanti (ma del tutto naturali), come 96 sacche di feci, urine e vomito. Tutto questo è stato prodotto dall'uomo nel corso delle 6 visite sul satellite, per un totale di 16 giorni. L'abbandono di questi resti è dovuto al bisogno di rendere il più leggeri possibile i mezzi di trasporto che avrebbero consentito il rientro sulla Terra. Forse quei rifiuti sarebbero rimasti sulla Luna, dimenticati per sempre, se la Nasa non avesse ricevuto la direttiva di Donald Trump del 2017, nella quale il presidente americano chiede la ripresa dei programmi di espansione umana nel Sistema Solare.L'uomo vuole tornare sulla Luna e colonizzare Marte, ma per far questo ha bisogno di studiare strategie di sopravvivenza inattaccabili. Il modo migliore per farlo è raccogliere dati scientifici e quale migliore possibilità dei rifiuti lunari? Business Insider spiega che il 50% della massa fecale è fatta di batteri, gli stessi che "vivono" nel nostro intestino (ce ne sono di specie diverse). In teoria questi resti non dovrebbero aver inquinato la Luna, dove le condizioni di vita sono impossibili: non c'è atmosfera, né ozono, le temperature si collocano tra i 223 e i 150 gradi e l'esposizione ai campi magnetici è ampia. Nonostante questo, però, molti studi hanno dimostrato che i microrganismi possono sopravvivere in situazioni proibitive. Forse anche i batteri del nostro intestino. Se così fosse avremmo un tassello in più per capire fin dove può spingersi il limite umano di sopravvivenza.Per questo motivo, nel 2020, una nuova spedizione sulla Luna si occuperà anche di riprendere le famose sacche maleodoranti e riportarle a Terra, in modo che gli scienziati possano studiarle. I microrganismi potrebbero essersi evoluti e adattati alle condizioni estreme, oppure essersi "addormentati" in attesa di una situazione favorevole alla sopravvivenza. Già l'Apollo 16 tentò con successo di far vivere un campione di batteri fuori dalla navicella, seppur per pochi >>

 Filippo Magnini e Giorgia Palmas, vacanze d'amore in Sardegna (con imprevisto) >>
Inserita il 08 Jul, 2019 9:36:55 AM
Filippo Magnini e Giorgia Palmas sono volati in Sardegna, terra natale dell'ex velina mora, per rilassarsi e godersi qualche giorno di relax dopo gli impegni lavorativi degli ultimi mesi. Sui rispettivi profili social, la coppia sta pubblicando splendidi scatti che li ritraggono insieme, felici e innamorati più che mai, sulle idilliache spiagge sarde. Filippo Magnini e Giorgia Palmas stanno alloggiando nella villa di famiglia dell'ex velina, che si trova nella Costa Rei a sud-est dell'isola e ogni giorno si concedono un po' di mare e sole in una delle meravigliose spiagge della zona. Maklas e Lido Tamatete sono i posti del cuore della Palmas, che qui è cresciuta e che frequenta assiduamente quando si trova nella sua terra.Tra bagni di acqua e sole (in compagnia dei due cagnolini della coppia) e pranzi a base di pesce la coppia si sta godendo l'intimità senza la figlia di lei, Sofia, avuta dal calciatore Bombardini. Proprio in uno di questi momenti di relax, il campione di nuoto è stato protagonista di un vero e proprio gesto eroico. Filippo Magnini ha salvato la vita a un turista che domenica pomeriggio ha accusato un malore mentre stava facendo il bagno nelle acque di Cala Sinzias, tra Villasimius e Costa Rei, provincia di Cagliari. A rendere nota la notizia per prima è stata l'ANSA, grazie al racconto del direttore della Provincia di Cremona, Marco Bencivenga, testimone oculare del salvataggio.Passato il clamore del salvataggio, la coppia è tornata alla vita vacanziera. La breve pausa durerà infatti pochi giorni poi il rientro a Milano, con la testa rivolta al nuovo progetto televisivo che li vedrà esordire in coppia su Real Time con il programma "Assaggi D'Amore". >>

 Aida Yespica in topless a Capri: fan in delirio >>
Inserita il 08 Jul, 2019 9:21:45 AM
Aida Yespica è una delle donne più desiderate dal pubblico maschile. Bellissima e super sensuale, la showgirl fa sognare i fan con i suoi scatti bollenti, soprattutto quando è in vacanza e indossa i suoi mini bikini, e magari si lascia andare a qualche balletto "hot". Impossibile non apprezzare il corpo d capogiro e le forme esplosive della Yespica, che al Grande Fratello aveva fatto perdere la testa a Jeremias Rodriguez, e che nell'ultima foto postata su Instagram è davvero "esagerata".Aida Yespica in topless: fan in delirioAida Yespica si sta rilassando a Capri da qualche giorno, in compagnia del compagno, l'imprenditore napoletano Geppi Lama, e del figlio Aron, nato dalla relazione con l'ex calciatore Matteo Ferrari. Vacanza super per la showgirl venezuelana, che sta vivendo dei giorni di relax e divertimento, facendo molte uscite in barca, nel mare cristallino dell'Isola dei Faraglioni. Ma il popolo di Instagram è rimasto a bocca aperta per l'ultima foto publicata da Aida.In barca con Geppi, Aron ed altri amici, Aida si è lasciata fotografare in tutta la sua bellezza, ma soprattutto senza reggiseno. Solo con il pezzo inferiore del suo bikini, in topless, Aida fa impazzire i fan, se non fosse che la posa è di spalle, e dunque il suo seno esplosivo in realtà non si vede. Una brutta notizia per molti degli utenti che hanno commentato lo scatto, che invece le hanno simpaticamente chiesto di girarsi la prossima volta. Scherzi e commenti a parte, la foto della Yespica è comunque da capogiro, perché risulta sensuale anche se la modella è di spalle rispetto all'obiettivo, in quanto la sua bellezza è palpabile anche così. Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Aida Yespica (@aidayespica27official) in data: 7 Lug 2019 alle ore 11:52 PDT >>

Quick Links  Quick Links
Calendario Eventi

Luglio 2019
LuMaMeGiVeSaDo
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31


Quick Links  Quick Links
Cittadinanza Attiva

Quick Links  Quick Links
Canali Social
Canale Twitter
Canale Video YouTube

Quick Links  Quick Links
Meteo

METEO MILANO




Quick Links  Quick Links
Vecchia Milano
La Vecchia Milano
Foto d'epoca
Dialetto Milanese
Proverbi Milanesi

 

MiniPortale Versione 1.0
Copyright 2005 - 2011 by Massimo Pezzali