18 settembre 2016: Trionfo di partecipanti al Salomon Running Milano.

Data notizia: 18/09/2016

Una gara da record con i suoi 3600 iscritti e 3mila classificati ufficiali, una gara che diverte, diversa dal solito e che permette di conoscere una Milano nuova, singolare, green ed ecologica.



Una competizione che cresce ogni anno e piace sempre più la Salomon Running Milano e così anche l’edizione che si è svolta questa mattina con partenza ed arrivo nell’Arena napoleonica è stata uno spettacolo.



Sorrisi e sudore, ristoro finale con birra dello sponsor Pilsener e tanti prodotti offerti dai vari partner che hanno aderito e sostenuto il progetto. Ritmo in gara scandito dai pacer con palloncino segna tempo degli Urban Runners. A questa Salomon Running Milano non è mancato davvero nulla.



Tre percorsi, dalla Smart da 9k alla Fast da 15km fino alla sfida principale, la Top da 25km con i passaggi tanto annunciati ed attesi del fossato del Castello, al Monte Stella, il cono elicoidale del Portello e la scalata ai 20 piani dell’Allianz Tower. Successo per il milanese Dario Rognoni (Cus Pro Patria Milano) in 1h27’44”, media 3’30” al chilometro, davanti al marocchino, ma ormai milanese d’adozione, Halim Rabai (U.s. Milanese) staccato di circa un minuto e mezzo e sulla finish line in 1h29’16”. Terzo posto per Fabio De Angeli (Asd Circuito Running), il vincitore della passata edizione che non è riuscito a cogliere il bis, in 1h31’15”.



Tra le donne vittoria per la genovese Emanuela Mazzei (Cambiaso Risso Running) in 1h48’20” a 4’19” di media per ogni chilometro. Alle sue spalle Rosanna Volpe (Canottieri Milano) quinta nel 2015 ed oggi medaglia d’argento in 1h49’55”, mentre terzo gradino del podio per Monica Pilla (Atl. San Marco) al traguardo sul prato dell’Arena in 1h51’05”.



In palio oggi nella gara TOP anche il Trofeo Allianz Tower, in palio per chi avrebbe percorso più velocemente l’ascesa all’interno al grattacielo. Nel complesso vi erano da scalare 557 gradini in salita per raggiungere il 20° piano e quindi scendere dal lato opposto della torre. In totale, un percorso “verticale” di 650 metri, 1.126 gradini (inclusi i 12 gradini di raccordo tra la scala esterna del grattacielo e l’area del parco) e un dislivello in altezza di 87 metri. Nella sola salita, si sono imposti Stefano Contardi in 3’05” e Simona Colpo in 4’14”.

Notizia stampata dal sito http://www.latuamilano.com il 24/01/2021 alle 12:47:22